A14, appello della Confcommercio picena alle autorità: "La viabilità da incubo danneggia l'economia provinciale"

1' di lettura 30/06/2020 - La situazione assurda, insostenibile che ogni giorno gli automobilisti vivono nel percorrere il tratto piceno dell'autostrada A14 grava fortemente sull'intera economia provinciale.

Nell'imminente stagione turistica, la difficoltà negli spostamenti automobilistici lungo questa importante arteria rappresenta una pesante "spada di Damocle" sulla testa dei numerosi imprenditori del settore che cercano di riprendersi dopo la batosta del Covid-19, confidando specialmente su clienti italiani, che in genere si spostano con mezzi privati.

Pertanto il presidente della Confcommercio Picena, dott. Fausto Calabresi, rivolge un accorato appello a tutte le Autorità amministrative di governo del territorio ed ai rappresentanti politici, chiedendo di intervenire al più presto, nonostante sia passato più di un anno dall'inizio della crisi viaria.

Anche gli agenti e rappresentanti di commercio, i quali come gli autotrasportatori basano sulle 4 ruote l'attività lavorativa, fanno sentire la loro voce per il tramite del Presidente provinciale e Consigliere Nazionale FNAARC, Cav. Uff. Tullio Luciani il quale ribadisce:

"Abbiamo riposto fiducia nelle passate dichiarazioni di impegno da parte di amministratori vari, ma ad oggi nulla è cambiato!! E noi agenti di commercio continuiamo ad essere penalizzati. Arriveranno mai le soluzioni?"








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2020 alle 15:58 sul giornale del 01 luglio 2020 - 258 letture

In questo articolo si parla di attualità, marche, san benedetto, ascoli, Confcommercio di Ascoli, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bprQ





logoEV
logoEV