Radici e ali per Samuele. Dalla parte dei bambini sordi

1' di lettura 05/06/2020 - I figli sono come gli aquiloni, insegnerai a volare ma non voleranno il tuo volo. Insegnerai a sognare ma non sogneranno il tuo sogno. Insegnerai a vivere ma non vivranno la tua vita. Ma in ogni volo, in ogni sogno e in ogni vita rimarrà per sempre l’impronta dell’insegnamento ricevuto. (Madre ‪‎Teresa‬ di Calcutta)

Spesso la sordità viene apostrofata come il mondo del silenzio. Eppure, chi conosce le persone sorde, sa bene che non è così. I sordi sanno farsi sentire molto bene, soprattutto quando devono gridare al mondo le ingiustizie di cui sono protagonisti. Questa è la storia di Elisabetta e Maurizio, due genitori cui ho già dedicato un articolo. Il loro "grido silenzioso" vuole giungere sino a noi, sino alle istituzioni che finora sono rimaste indifferenti alle loro esigenze. I genitori possono essere disposti a tutto per il bene di un figlio. In questo caso non si tratta di "molto rumore per nulla", bensì per una buona causa. Prendetevi qualche minuto per ascoltare con gli occhi e il cuore il loro messaggio:
https://www.youtube.com/watch?v=Uu6HudvBrAM


di Michele Peretti
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 05-06-2020 alle 13:34 sul giornale del 06 giugno 2020 - 564 letture

In questo articolo si parla di attualità, genitori, famiglia, torino, asl, sordità, futuro, convenzione, diritti dei bambini, LIS, logopedia, scelta, articolo, lingua dei segni, Michele Peretti, genitori insieme, espressioni, assistenza all'Autonomia e alla Comunicazione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bndF

Leggi gli altri articoli della rubrica Espressioni





logoEV
logoEV