Campiglione di Fermo: Problemi intorno allo stabilimento Tool.k

1' di lettura 04/06/2020 - La pandemia non aiuta di certo il settore calzaturiero già in forte crisi da parecchio tempo per il calo costante dei consumi e a volte l'esasperazione diventa difficile da contenere quando all'orizzonte non si vede una via d'uscita nell'immediato..

Da vent’anni nel settore calzaturiero, Tool.k ha saputo rinnovarsi nel tempo ed è riuscita a trasformare la propria esperienza in professionalità tanto da accaparrarsi la fiducia e la credibilità di importanti grandi firme.
Azienda conosciuta per le tecniche di produzione all’avanguardia, ha pure realizzato nel suo interno, una scuola di taglio, orlatura, montaggio e finissaggio delle calzature per istruire gli operai ed i tecnici di un comparto, quello calzaturiero, sempre più in difficoltà.
Una struttura che aveva in passato fatto parlare di se per la propria organizzazione produttiva che a quanto pare sembra essersi inceppata.
E’ stata infatti presa d’assedio da parte di aziende fornitrici che questa mattina hanno in buona sostanza presidiato lo stabilimento richiedendo pure l’intervento delle forze dell’ordine.
Creditori, per lo più cinesi, che rivendicano, come si legge dai loro cartelli, il pagamento di lavorazioni effettuate.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 04-06-2020 alle 12:13 sul giornale del 05 giugno 2020 - 6807 letture

In questo articolo si parla di cronaca, Calzature, crisi, insolvenza, difficoltà economiche, articolo, lorenzo bracalente, campiglione di fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bm86