Ecco le linee guida per la stagione balneare del Comune di Fermo

3' di lettura 29/05/2020 - Stagione balneare al via dal 29 maggio, come fissato dalla Regione Marche. Il Comune di Fermo si è dotato di strumenti e linee guida per poter agevolare la ripartenza di un settore che, viste le limitazioni in termini di spazi dovute all’emergenza sanitaria, ha bisogno di essere sostenuto, pur nel rispetto delle prescrizioni normative nazionali di contrasto e di prevenzione del contagio

La Giunta Comunale , dopo aver incontrato i concessionari di spiaggia attraverso le rappresentative associazioni di categoria con cui sono state stilate insieme le linee guida per favorire la ripartenza della stagione, si è dedicata alla cura delle spiagge libere cittadine e all’organizzazione della loro fruizione che, come da disposizioni nazionali, saranno oggetto di controllo sul rispetto del distanziamento sociale.
In particolare, l’azione dell’Amministrazione Comunale ha avuto come direttrice l’individuazione di alcuni punti come:
- la suddivisione del litorale cittadino in 4 macroaree, ovvero le spiagge libere di: Marina Palmense, Lido di Fermo, Casabianca, San Tommaso/Lido Tre Archi;
- la creazione di un gruppo di soggetti che sarà preposto alla vigilanza, o meglio al controllo dell’osservanza delle regole che vietano gli assembramenti, composto da Protezione Civile, Associazione Carabinieri in congedo, Vigili del Fuoco Volontari, Cb Radioamatori Fermo e Cives, sotto la supervisione ed il coordinamento generale della Polizia Locale e della Protezione Civile;
- l’individuazione di mini postazioni di riferimento per ogni zona controllata, per garantire una presenza stabile degli addetti al controllo, in aggiunta a quelli che pattuglieranno il lungomare.
Le misure saranno operative da oggi, primo giorno di libera accessibilità agli arenili, mentre le postazioni del gruppo di vigilanza saranno attivate a partire dal prossimo 6 Giugno.
“Con questo sistema abbiamo cercato di garantire la piena fruibilità di tutti i tratti di spiaggia libera del nostro litorale – le parole dell’assessore alle Politiche Ambientali Alessandro Ciarrocchi. Sono stati confermati tutti i servizi, compresa l’area per i possessori di cani. Per il momento abbiamo unicamente dovuto inibire l’accesso ai bagni pubblici (quelli installati negli ultimi anni come servizio aggiuntivo per la cittadinanza), stante la materiale impossibilità di garantire una costante sanificazione. Restano aperte le docce pubbliche. Come abbiamo già anticipato ai balneari, noi mettiamo in campo gli strumenti nella nostra disponibilità, ma ci dobbiamo affidare al senso civico dei cittadini per il rispetto di un interesse comune. Speriamo che la situazione migliori, consapevoli che comunque sarà una stagione particolare: in ogni modo deve essere impegno di tutti consentire al bagnante di accedere in spiaggia in sicurezza”.
“La grande estensione del nostro litorale rende il servizio di vigilanza e controllo molto complesso - ha aggiunto l’assessore alla Polizia Municipale Mauro Torresi. I nostri vigili non sarebbero riusciti numericamente a garantire una presenza costante in ogni sito. Per queste ragioni abbiamo convocato un tavolo tecnico coinvolgendo la Protezione Civile, Carabinieri in Congedo, Vigili del Fuoco volontari, CB Radioamatori Fermo e Cives che ringraziamo per il fattivo supporto e che già in altre occasioni hanno fornito il loro valido contributo. La nostra non sarà un’azione da sceriffi, le associazioni saranno di sostegno al Comune e opereranno in piena collaborazione con i cittadini. Sarà una sfida importante, la supereremo”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-05-2020 alle 14:59 sul giornale del 30 maggio 2020 - 1155 letture

In questo articolo si parla di attualità, mare, Comune di Fermo, pandemia, stagione balneare, spiaggia a pesaro, linee guida, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmKc





logoEV
logoEV