Il Comune di Fermo e la redazione di un Bilancio per sostenere l'economia locale le famiglie in difficoltà

3' di lettura 23/05/2020 - Innalza l'esenzione dell'addizionale IRPEF, elimina la tassa di soggiorno e abbatte la tassa per l'occupazione del suolo pubblico. Un Bilancio per fa ripartire il sistema economico sociale

“Un bilancio preventivo importante, fondamentale in un momento duro come questo. Un bilancio comunale che va incontro a molte famiglie fermane e, soprattutto, a quelle attività più in difficoltà in questo dramma Covid”. Le parole del Sindaco Paolo Calcinaro oggi in Consiglio Comunale (sessione che si è tenuta in videoconferenza, in ottemperanza alle norme sull’emergenza sanitaria) presentando il bilancio di previsione 2020-2022.
“Un bilancio – prosegue il primo cittadino - che porterà anche all’adesione alla rinegoziazione dei mutui proposta dallo Stato: e quindi nella giornata di oggi si potrà ricavare un milione di euro che potremo destinare al sostegno, tramite abbassamento mirato di aliquote da studiare con apposite iniziative nei prossimi giorni, a chi veramente rischia di avere un anno drammatico”. Ma le misure per venire incontro alla cittadinanza sono un vero e proprio pacchetto:

  • L’azzeramento della tassa di soggiorno;
  • Il posticipo, quantomeno a fine estate, della Tari, salvo poi andarla ad abbassare per le categorie più in difficoltà;
  • L’abbattimento quasi totale dell’occupazione del suolo pubblico per tutto il 2020 (quando lo Stato ha sancito l’esenzione fino al 31 ottobre che il bilancio ovviamente conferma);
  • L’innalzamento dell’esenzione dell’addizionale Irpef alla soglia di 9.000 euro (misura richiesta dai sindacati e, in specie, da quelli dei pensionati) per rendere più pesanti buste paga di part time o stagionali o le pensioni più basse;
  • L’abbattimento della Tari del 30% per i nuclei a basso reddito;
  • L’eliminazione della Tasi;
  • L’inserimento a bilancio di oltre 300 mila euro destinati ad aiuti alimentari o a sostegno di bollette ed affitti per le famiglie fermane, operazione questa già fortemente in atto;
  • L’acquisizione di 900.000 euro per andare incontro, nelle tariffe, alle attività maggiormente danneggiate;
  • L’eliminazione di fideiussioni o anticipi su molte rateizzazioni;
  • La restituzione di quanto pagato, da alcune famiglie, per il trasporto pubblico scolastico.

E questa è una prima tappa: il mese di giugno sarà poi ancor più importante con l’uscita di linee di sostegno ad attività ed imprese, specie le più fragili e le più colpite.

“Uno sforzo enorme per il Comune di Fermo – prosegue il Sindaco - che, allo stesso momento, riesce a continuare a garantire al meglio i servizi (stiamo studiando come far partire i centri estivi dal 15 giugno per sostenere le famiglie lavoratrici) e non interrompere, anzi incrementare, molti investimenti che stanno alzando la qualità di un po’ tutti i quartieri”.

“Dopo l'emergenza terremoto, anche l'emergenza Covid. Le difficoltà non sono mancate e non mancheranno, con tenacia le abbiamo sempre affrontate e risolte - dichiara l’assessore al Bilancio Savino Febi.
Anche in questa occasione faremo allo stesso modo: ci rimboccheremo le maniche per analizzare le situazioni di difficoltà e, di certo, sapremo prendere le giuste misure per affrontarle. Il bilancio preventivo approvato va verso questa direzione. La situazione economica in generale incontrerà e sconterà criticità mai avute in passato. L'Amministrazione Comunale sarà in grado di mettersi a disposizione e ad incoraggiare la ripresa economica intervenendo nei settori chiave dell'economia. Il pensiero immediato, alla vigilia di un’incerta stagione estiva, va ai settori turistico e commerciale, che avranno la determinazione per far ripartire il sistema economico-sociale”.






Questo è un articolo pubblicato il 23-05-2020 alle 17:32 sul giornale del 25 maggio 2020 - 367 letture

In questo articolo si parla di economia, tasse, sociale, bilancio, fermo, Comune di Fermo, riduzione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bmj0





logoEV
logoEV