Magliano di tenna: Giacomo Palombi il mastro ciabattino dalla sanificazione delle scarpe alle mascherine

1' di lettura 14/04/2020 - Ognuno dà quel che può, ognuno mette a disposizione quel che ha

E quello che ha il mastro ciabattino Giacomo Palombi di Magliano di Tenna è una macchina.
Si tratta di un box alto circa 70 centimetri e profondo 30. Usando l'ozono, è in grado di sanificare le calzature e di eliminare gli acari, i virus e i batteri.
Giacomo ha pensato che, in questo tempo di pandemia, il suo strumento potrebbe essere utile anche ad altro, ad esempio per la sanificazione delle introvabili mascherine, quelle che usano medici, infermieri, forze dell'ordine, netturbini. Il procedimento è semplice: sul davanti del box c'è uno sportello.
Lo si apre, si infila l'oggetto e parte la sanificazione. Lo possono fare tutti. Così Giacomo, che l'Hygen box clean lo ha acquistato due anni fa perché maniaco dell'igiene, qualora ci fossero richieste sposterà il box all'esterno del locale, sotto un gazebo, in modo che, negli orari di lavoro, chiunque possa andare a sanificare mascherine, guanti e camici.
Ovviamente, fa sapere il giovane ciabattino, il servizio è gratuito, se poi qualcuno volesse lasciare un'offerta, il ricavato andrà in beneficenza.
Il box non usa prodotti chimici e non lascia alcun residuo. «Visto che l'ozono è un gas, - spiega l'artigiano – ha un potere di inattivazione su tutte le fibre dei tessuti, proprio dove si annidano i microrganismi».

Per accordarsi, occorrerà telefonare al 388 9703621.




Adolfo Leoni


Questo è un articolo pubblicato il 14-04-2020 alle 13:27 sul giornale del 15 aprile 2020 - 8856 letture

In questo articolo si parla di cronaca, adolfo leoni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bjBl