I dati sul coronavirus ci dicono che i contagiati nel mondo hanno superato abbondantemente i 300.000

16' di lettura 22/03/2020 - I morti causati da questa pandemia sono circa 13.000 e l’Italia è il malato più grave in Europa e secondo in tutto il mondo

Anche se siamo lontani dalla normalità e per questo basta prendere in seria considerazione le nuove restrizioni del nostro Governo, due elementi se poco ci consolano possono aiutarci a guardare avanti con fiducia ed è questo di cui abbiamo bisogno: nel mondo i guariti dal coronavirus sono oltre 90.000 e pare che il contagio stia rallentando la sua infestazione.

Chi aveva ritardato a prendere provvedimenti seri nei confronti di questo problema che è mondiale sta facendo i conti con le tante difficoltà che anche noi abbiamo incontrato e stiamo cercando con i denti di tenere sotto controllo per debellarle.
Si stima che un miliardo di persone sono confinate in casa mentre la pandemia continua a fare il suo sporco lavoro in tutto il mondo anche se in alcune zone di più ed in altre di meno.
In Russia per esempio sono soltanto poco più di 300 i contagiati su una popolazione di circa 145 milioni di abitanti. Non lo dicono o sono fortunati?

Si leggono notizie che ipotizzano responsabilità; c’è chi mette in fila una serie di fatti e circostanze disegnando scenari complottistici fra stati.
Altri propongono rimedi e cure con vitamina C o con bevande calde; a me viene soltanto voglia di uscire il più presto possibile da questa situazione che per l'Italia resta ancora grave; una situazione peggiore di una guerra.
Si muore nel giro di poco tempo e in tutto il mondo per un’infezione la cui cura migliore, almeno fino ad oggi, pare essere quella di starsene tranquilli a casa e ben distanti gli uni dagli altri.

Indagheranno poi sulle responsabilità se effettivamente esistono e sono riconducibili a qualcuno.

C’è chi crede che fare i propri interessi attraverso il male possa ottenere risultati positivi ma secondo un papa vissuto troppo poco si sbaglia; si chiamava Giovanni Paolo I e disse che “il piacere che si può provare realizzando il proprio bene con mezzi iniqui passa in un istante ed il male resta indelebile sulla pelle di chi lo ha ricevuto. Fare il bene costa fatica; ma la fatica passa subito e resta il bene; e con il bene resta la pace della coscienza.”

Nazioni dove sono risultati più di 1000 casi

n. totale dei casi

decessi

persone in cura

guariti

numero totale dei casi nel mondo

311,159

13,056

202,233

95,812

Cina

81,054

3,261

5,353

72,44

Italia

53,578

4,825

42,681

6,072

Spagna

28,572

1,381

25,066

2,125

Stati Uniti d'America

26,9

348

26,374

178

Germania

22,364

84

22,071

209

Iran

20,61

1,556

11,419

7,635

Francia

14,459

562

12,31

1,587

Corea del Sud

8,897

104

5,884

2,909

Svizzera

6,863

80

6,652

131

Regno Unito

5,018

233

4,692

93

Olanda

3,631

136

3,493

2

Austria

3,024

8

3,007

9

Belgio

2,815

67

2,485

263

Norvegia

2,216

7

2,203

6

Svezia

1770

20

1,734

16

Canada

1,328

19

1,295

14

Danimarca

1,326

13

1,312

1

Australia

1,286

7

1,233

46

Portogallo

1280

12

1,263

5

Malaysia

1,183

9

1,06

114

Brasile

1,178

18

1,158

2

Giappone

1,054

36

803

215


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 





Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2020 alle 12:52 sul giornale del 23 marzo 2020 - 2666 letture

In questo articolo si parla di cronaca, articolo, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bicC





logoEV
logoEV