Fermo: Michael Cardew - Un pioniere della ceramica

2' di lettura 13/02/2020 - Mostra alle Piccole Cisterne Romane dal 15 febbraio al 1 marzo. Gli anni Winchcombe 1926-1939

Il Liceo Artistico Statale "Umberto Preziotti - Osvaldo Licini", che nella sede di Fermo, dalla sua fondazione sessant'anni or sono, tramanda di generazione in generazione l'arte della Ceramica attraverso l'insegnamento di grandi Maestri in laboratori all'avanguardia, ha colto l'occasione importante e irripetibile di presentare alla cittadinanza, con il patrocinio del Comune di Fermo, nei suggestivi ambienti delle Piccole Cisterne Romane, una ricca selezione della straordinaria produzione di un pioniere della ceramica, l'inglese Michael Cardew (1901-1983), in special modo quella creata negli anni della sua permanenza a Winchcombe nel rurale Gloucestershire (1926-1939) dove sperimentò moderne e inedite tecniche di lavorazione dell'argilla.

L'occasione si origina dalla presenza nel Fermano di un appassionato e competente collezionista di quei luoghi, Michael Adlem, che ha messo insieme negli anni con competenza e un approccio quasi archeologico una raccolta preziosa di pezzi splendidi e spesso rari, ordinata e illustrata in una mostra che per la prima volta in Italia delinea l'interessante fisionomia di questa serie di manufatti ceramici creati per l'uso quotidiano nella cucina (e nella dispensa) e destinati per il loro basso costo a un vasto pubblico.

Saranno esposti quasi tutti gli articoli presenti nei primi cataloghi di vendita con le loro peculiari forme semplici, raffinate decorazioni astratte e primitive o naturalistiche (fiori, spighe, volatili ecc.) in una gamma rarefatta di colori: dalle casseruole dipinte ai piatti ingobbiati, alle ciotole, alle brocche, al barattolo con l'uva passa incisa o quello per lo zucchero di canna.

Negli apparati didascalici si dà conto anche della vita, degli interessi e dell'opera di Michael Cardew, la cui ceramica preindustriale riscosse un lusinghiero favore in Inghilterra tanto che la sua prima mostra londinese fu recensita già nel 1928 sul "Times".

In margine e a confronto saranno giustapposti anche una serie di esemplari di ceramica comune marchigiana del Novecento in dotazione al Liceo Artistico insieme alle creazioni più recenti ispirate alla tradizione e nate in seno alle ormai poche fornaci sopravvissute nel nostro territorio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-02-2020 alle 15:29 sul giornale del 14 febbraio 2020 - 526 letture

In questo articolo si parla di cultura, fermo, Comune di Fermo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bgfF