Monte Urano: “Conoscersi e riconoscersi #1”, questa sera si parla di immigrazione

2' di lettura 11/12/2019 - Terzo ed ultimo appuntamento per il primo ciclo di incontri sui temi di attualità fortemente voluto e organizzato dall'Assessorato alla cultura e ai servizi sociali del Comune di Monte Urano

Dopo aver parlato di ambiente e discriminazione di genere, giovedì 12 settembre alle 21:15, presso la sala consigliare del Palazzo comunale, sarà la volta dell'immigrazione e dell'accoglienza, argomenti sempre prepotentemente alla ribalta delle cronache locali, nazionali e internazionali.

“Si tratta di questioni sociali, culturali ed economiche che abbracciano tutti gli ambiti della vita di una comunità – spiega l'assessora ai servizi sociali Loretta Morelli -. Da questo, come da altri punti di vista, l'Italia è indietro e deve quindi iniziare un percorso lungo. I fenomeni dell'immigrazione e dell'accoglienza non possono essere costantemente gestiti in maniera emergenziale, ma devono diventare tematiche strutturali all'interno dell'agenda politica ad ogni livello perché se così non fosse si finirebbe per essere fuori dal tempo senza occuparsi di questioni presenti e future”.
Secondo l'assessora, compito e responsabilità della politica, a cominciare da quella locale, è quello da una parte di entrare lei stessa nel merito delle questioni per non limitarsi a offrire soluzioni superficiali, dall'altra quello di stimolare la riflessione, la conoscenza e l'approfondimento della popolazione evitando le degenerazioni del discorso pubblico a cui troppo stesso abbiamo assistito negli ultimi anni.
Ecco quindi che l'amministrazione ha scelto di affrontare questa sfida partendo dall'organizzazione di questo incontro nel quale saranno direttamente tre addetti ai lavori, moderati dal giornalista Andrea Braconi, a cercare di entrare con la cittadinanza nel merito della questione: i relatori saranno infatti Franco Pesaresi, direttore dell'ASP Ambito 9 di Jesi, ente gestore del progetto SPRAR "Ancona Provincia d'Asilo", Maria Gabriella Caliandro, avvocata del Patronato Inca-Cgil Immigrazione, e Silvia Merlino, responsabile immigrazione del Patronato Inca-Cgil.
“Con questo appuntamento si conclude il primo ciclo di incontri su temi di attualità, temi che comunque andremo ad approfondire nuovamente anche nel corso del 2020 – termina la Morelli -. Questo, infatti, è stato soltanto un primo approccio: ambiente, discriminazione di genere, inclusione sociale e immigrazione sono infatti argomenti centrali e di primaria importanza all'interno del discorso politico che stiamo cercando di sviluppare e di portare avanti fin dal nostro primo mandato”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-12-2019 alle 14:18 sul giornale del 12 dicembre 2019 - 38 letture

In questo articolo si parla di cultura, monte urano, comune, accoglienza migranti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdVS





logoEV
logoEV