Fermo e Porto S. Giorgio protagoniste del Torneo delle Regioni di ginnastica artistica e ritmica

2' di lettura 02/12/2019 - Si svolgerà, dal 6 all’8 dicembre, nelle palestre delle città di Fermo e Porto San Giorgio il Torneo Nazionale delle Regioni di ginnastica artistica - maschile e femminile - e ritmica.

Una competizione nata pochissimi anni fa. Un torneo che, come lasciato intuire dal nome, coinvolge tutte le Regioni dello stivale sia per quanto riguarda la sezione di ginnastica artistica femminile e maschile sia per quanto concerne la sezione di ginnastica ritmica. Ogni regione è rappresentata da due squadre per categoria. La somma degli esercizi svolti dalle due società appartenenti a una data regione condurrà ad un punteggio. Sarà il punteggio più alto, naturalmente, a decretare i vincitori. La proposta di portare la manifestazione a Fermo giunse tre anni fa. L’amministrazione comunale non si tirò indietro. Coinvolte nell’evento la palestra Federico Appoggetti di Fermo per la femminile, la Nardi Juventus di Porto San Giorgio per la maschile e la palestra di via Leti a Fermo per la ritmica. 300 le squadre partecipanti. Molte di più rispetto all’anno passato. 1600 gli atleti di età compresa tra gli 8 e i 19 anni. “Un evento di portata notevole. Gestire il tutto in palestre come le nostre, sì tecniche ma non quanto i palazzetti, è un’impresa ardua ma noi della ‘Fermo 85’ e della ‘Vittoria’ ci stiamo impegnando al massimo così come si sta impegnando pure la Juventus di Porto San Giorgio”, parla così Rita Sacripanti, dirigente sportiva ma anche preziosa consigliera comunale. Fermo e Porto San Giorgio, le due città interessate dal torneo, hanno fatto un ottimo lavoro di squadra, che, come il sindaco, Paolo Calcinaro e i rispettivi assessori Scarfini e Gramegna sanno, porta molti frutti e permette di coniugar bene competizione sportiva e promozione del territorio. Si sta già registrando infatti un fine settimana da tutto esaurito per albergatori e gestori di b&b fermani e sangiorgesi, segno di quanto positiva sia detta esperienza sportiva. E a crederlo non sono solo Alvaro Luzi e Marco Mercanti, rispettivamente presidente e rappresentante della federazione, ma anche, dal gradino più alto, il prof. Cocciaro che al fascino di città come Milano o Roma ha preferito quello di Fermo e Porto San Giorgio.






Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2019 alle 15:43 sul giornale del 03 dicembre 2019 - 1586 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo, Benedetta Luciani, fermo 85, ginnastica artistica, ritmica, Fermo, Porto San Giorgio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bdxC





logoEV
logoEV