Ciclismo: In tantissimi all’Assemblea annuale della FCI Provinciale Ascoli-Fermo

3' di lettura 18/11/2019 - Una bella cornice di pubblico, tanti ospiti importanti e anche la presenza di molti giovani atleti. Presso la Sala della Ragione a Palazzo dei Capitani ad Ascoli Piceno, è andata in scena la riunione di fine anno indetta della FCI Provinciale, Ascoli-Fermo.

Dopo gli onori di casa e la relazione introduttiva del Presidente Marco Lelli, sono arrivati anche gli interventi da parte di esponenti delle sport e della politica.
Ha saluto tutti i presenti il Sindaco di Ascoli Marco Fioravanti seguito successivamente dall’Assessore allo sport Nico Stallone.
Sono intervenuti anche Armando De Vincentiis delegato Provinciale del Coni, Moira Canigola Presidente della Provincia di Fermo e Lino Secchi Presidente della FCI Marche. Successivamente è andato in scena un filmato che ha ricordato quella che è stata la stagione 2019 del Comitato Provinciale che nel 2019 ha raggiunto il numero importante di 817 tesserati.
Poi, il primo premio elargito è stato quello che ha ricordato la figura dello scomparso Michele Jacewicz che è andato alla società dell’anno, il Pedale Rossoblù Picenum.
Più tardi è toccato ai campioni provinciali strada e poi all’atleta plurivittoriosa nel 2019 Eleonora Ciabocco. La premiazione ha poi visto coinvolti i campioni italiani su pista, Michele Scartezzini e Francesco Ceci.
Un riconoscimento particolare è arrivato anche per la campionessa del mondo Master Monia Gallucci del Team Studio Moda. La serata è proseguita con la premiazione ai campioni Italiani Fondo e medio fondo delle categorie CicloAmatoriali e ai riconoscimenti del campionato Provinciale di abilità tipo pista con la premiazione delle prime tre società classificate, Cas Rapagnanese, OP Bike Sant’Elpidio e il Team Studio Moda Monte Urano, memorial Silvio Benignetti.
Ad un certo punto è arrivata l’ importante premiazione di Blandino Trocchianesi presidente della ASDC Monturanese per la longeva carriera dirigenziale. Infine è toccato ai più giovani con la premiazione delle società con il maggior numero di tesserati, al primo posto con 35 The Black Sheep, al 2° con 27 il Progetto Ciclismo Piceno, al 3° con 19 il Pedale Rossoblù Picenum, al 4° con 17 l’OP Bike Sant’Elpidio, al 5° con 12 il Cas Ciclistico Rapagnanese, al 6° con 10 il G.C.La Montagnola.
Hanno chiuso a pari merito questa classifica il Cycling Project Montegranaro e il Team Studio Moda con nove tesserati. Successivamente è arrivato anche il riconoscimento agli Istituiti scolastici che si sono impegnati per il progetto “ La Sicurezza in bicicletta”- “Scuole aperte allo sport”. Sono stati premiati i seguenti istituti scolastici: Luciani S.S.Filippo e Giacomo di Ascoli Piceno, quello di Folignano-Maltignano e a quello Del Tronto e Valfluvione.
Sono state poi premiate anche la Scuola Primaria di Molini e la Dino Mancini, entrambe di Fermo. Altri atestati sono andati alla scuola primaria di Petritoli, Monte Giberto e alla scuola primaria e secondaria di 1° Grado di Santa Vittoria in Matenano. Il finale è stato dedicato ai premi speciale ricevuti da Luca Taschin primo corridore della Calzaturieri Montegranaro classificato nella Challange Michele Gismondi. La Vega Montappone ha consegnato il premio “ Il Cappello D’Oro” a Silvia Bellucci, il Team Ceci Dream Bike ha consegnato il memorial Cav. Alfonso Ceci a Dario Zampieri primatista Mondiale pista Elite e il Cycling Team Fonte Collina ha consegnato il premio “Trittico Piceno Vibratiano” al Direttore Sportivo Goffredo Lupi.








Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2019 alle 13:46 sul giornale del 19 novembre 2019 - 465 letture

In questo articolo si parla di sport, ciclismo, articolo, Roberto Cicchinè

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcWc





logoEV
logoEV