Sant'Elpidio a Mare: Partono i lavori per il risparmio energetico sue due scuole

3' di lettura 09/11/2019 - “DL crescita” con il quale sono riconosciuti dei finanziamenti per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile ai comuni, l’Amministrazione Comunale utilizzerà i finanziamenti previsti del Devreto Crescita per realizzare un intervento di miglioramento tecnologico dell’impianto termico a servizio degli immobili destinati ad asilo nido.

In particolare l’amministrazione comunale ha riscontrato la necessità di realizzare degli interventi di manutenzione straordinaria degli apparati termo meccanici, soprattutto, in relazione alla vetustà dei suddetti macchinari al fine di evitare cedimenti, rotture, malfunzionamenti che potrebbero generare disagi durante l’utilizzo degli ambienti, finanche alla temporanea interdizione dei locali destinati ad asilo nido.
Si è così prevista la sostituzione degli esistenti sistemi di produzione del calore risalenti all’epoca di costruzione degli edifici (1980) con nuovi apparati dotati, in parte, di sistemi che utilizzano fonti di energia rinnovabile.

“La procedura per l’assegnazione dei lavori è stata avviata – dice l’Assessore ai Lavori Pubblici Mirco Romanelli – e si tratta di un intervento che ci permetterà di avere indubbi miglioramenti dal punto di vista energetico nelle due strutture sia per quanto riguarda la produzione effettiva di calore che nel rispetto ambientale abbattendo la produzione di emissioni in maniera consistente.
I lavori sono stati progettati in maniera tale da non interferire con le regolari attività delle strutture che, pertanto, non saranno chiuse.
Questo intervento si aggiunge a quelli già realizzati: impermeabilizzazione dei tetti e adeguamento dei sistemi di prevenzione antincendi. Tutto ciò a conferma dell’attenzione che questo amministrazione comunale da sempre riserva alle strutture destinate ai più piccoli. In attesa, anche, di affidare i lavori riguardanti i giardini e alcune parti ammalorate degli intonaci esterni”.


Il progetto di riqualificazione si concretizzerà con l’installazione di una caldaia a condensazione a gas metano collegata all’impianto a radiatori esistente, l’installazione di una pompa di calore ad energia elettrica ad accumulo tecnico, con unità esterna, per la produzione di acqua calda, in sostituzione del bollitore alimentato dalla caldaia termica; l’installazione di un impianto di climatizzazione a pompa di calore elettrica del tipo a volume di refrigerante variabile, consistente in un’unica unità esterna con inverter e delle unità interne che scambiano calore con i locali da climatizzare e l’installazione di una unità di ventilazione, sfruttando le condotte esistenti, per effettuare il ricambio d’aria nei locali: salone principale e dormitorio divezzi. Tali interventi permetteranno di attuare un notevole miglioramento sulle prestazioni energetiche degli edifici tali da produrre l’avanzamento di una classe energetica degli immobili, in classe C, con consumo di energia stimato in 112 kW/h x mq anno per ogni edificio. Attraverso la suddetta riqualificazione si otterrà una riduzione totale delle emissioni di CO2 da 104 kg/anno a 47 kg/anno.

“Con un intervento di questo tipo riusciremo ad avere maggiore comfort in entrambe le strutture visto che il nuovo impianto produce riscaldamento ma funziona anche da climatizzatore a seconda dei periodi dell’anno in cui serve caldo o fresco – aggiunge i Sindaco, Alessio Terrenzi – e trovo che sia un intervento importante per far stare meglio i piccoli utenti della struttura nonché gli operatori che li seguono”.

“Si va ad attuare un risparmio energetico nell’ordine del 50%
- aggiunge l’Assessore alle Manutenzioni Alessio Pignotti – e credo che sia un segnale importante non solo per il miglioramento a livello ambientale ed energetico ma anche sul fronte della riduzione dei costi per la collettività. Credo che un doveroso ringraziamento sia dovuto a chi all’interno dell’ufficio ha lavorato alla progettazione e sta portando avanti l’appalto. Di opzioni per le quali spendere questi soldi ce n’erano diverse e sono contento che tutti si siano trovati d’accordo per un intervento su una struttura destinata ai più piccoli, alle nuove generazioni”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2019 alle 09:44 sul giornale del 10 novembre 2019 - 631 letture

In questo articolo si parla di lavoro, Risparmio energetico, Asilo nido, scuole, Comune di Sant'Elpidio a Mare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcAH





logoEV
logoEV