Amandola: il Tartufo pregiato custode della Biodiversità dei Monti Sibillini.

4' di lettura 06/11/2019 - In occasione del Festival Diamanti a Tavola, si è tenuto il convegno sulla “Biodiversità e Prodotti Tipici”, come conclusione del workshop con l’Istituto Omnicomprensivo di Amandola.

Proteggere il pianeta, l’ambiente circostante e le nostre eccellenze. Custodire la Biodiversità per preservare il nostro territorio. Questi sono solo alcuni degli importanti temi trattati nel convegno “Biodiversità e Prodotti Tipici”, svoltosi durante la mattinata di mercoledì 6 Novembre presso la Sala Consiliare del Comune di Amandola.

L’incontro è stato curato ed organizzato dalla Wigwam (Rete europea no profit per lo Sviluppo equo, solidale e sostenibile delle Comunità locali), dall’Amministrazione Comunale e dall’Atam (Associazione Tartufai Monti Sibillini). Presenti al convegno anche gli alunni dell’Istituto Omnicomprensivo di Amandola, che durante questi mesi hanno preso parte ad incontri con esperti su questi importanti temi, effettuando lavori di gruppo e significativi laboratori.

Il convegno è stato aperto da Avelio Marini, coordinatore del “Gruppo Piccole fattorie e artigianato alimentare” di Wigwam: “Ringrazio il Sindaco ed il Comune che ci hanno ospitato e tutte le autorità presenti. Oggi si conclude un importante percorso intrapreso con gli alunni, che ci ha portato a parlare ed approfondire il tema del territorio e di come custodirlo. Queste zone sono ricche di eccellenze, che vanno esaltate e la biodiversità è ciò che le rende ancora più uniche. Un altro elemento che caratterizza il nostro territorio è un prodotto raro e di primo livello, il tartufo pregiato”. Queste le parole del coordinatore Marini, che ha poi concluso: “Tutto questo rientra in un contesto che va consolidato e sviluppato e di cui il tartufo può esserne la forza motrice”.

A seguire l’intervento del Sindaco Marinangeli: “Ringrazio la Wigwam per aver organizzato questa giornata e tutte le autorità che hanno deciso di farne parte, a partire dal Presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini Andrea Spaterna, la Dirigente dell’Istituto Omnicomprensivo Rita di Persio, il membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Carisp Daniele Tagliabue, il Presidente dell’Atam Alberto Mandozzi ed il Presidente della Rete Wigwam Efrem Tassinato. Sono felide che l’incontro di oggi faccia parte del Festival Diamanti a Tavola, una manifestazione che in questi ultimi anni, anche grazie al sostegno della Fondazione, è cresciuta notevolmente. Infatti, la Fondazione è stata promotrice del futuro di Amandola e dell’intero territorio. Sono questi i sostegni di cui le nostre zone hanno bisogno. Ringrazio anche il Parco che ha favorito questa crescita. Il tartufo è il prodotto di maggior livello che abbiamo e può essere il traino non solo per Amandola ma per l’intero Parco Nazionale”.

Poi la parola passa ad Andrea Spaterna, Presidente del Parco Nazionale dei Monti Sibillini: “Ringrazio il Comune di Amandola per l’ospitalità e saluto i ragazzi presenti. Voi giovani siete il nostro futuro, la vera ricchezza di questo territorio, che non potrà prescindere dal vostro apporto. Noi adulti abbiamo il compito di lavorare per voi, per il vostro avvenire; abbiamo il dovere di consegnarvi un territorio che sia favorevole e che vi dia la possibilità di vivere a pieno. Il Parco si occupa di conservare questo territorio e ne favorisce lo sviluppo sostenibile, quindi è necessario custodire le peculiarità di queste zone e svilupparle”. Il Presidente ha poi continuato: “Il tartufo è un esempio di questa crescita; intorno a questo prodotto gira un’intera economia, un intero turismo. Le nostre eccellenze hanno un valore aggiunto che è impossibile trovare in altre zone e questo va custodito anche grazie all’apporto di voi giovani”.

A seguire è intervenuto Daniele Tagliabue, membro del Consiglio di Amministrazione della Fondazione Carisap: “Questo importante incontro è inserito nel Festival Diamanti a Tavola, una delle manifestazioni più conosciute della Regione. La fondazione ha creduto molto in questo evento, investendo circa 400.000€ e i risultati si sono visti. Il nostro obbiettivo primario era quello di evitare lo spopolamento di queste aree, anche a seguito del sisma e vedendo la crescita avuta, l’intervento è stato fondamentale. La biodiversità caratterizza questo territorio e rappresenta un investimento per il futuro”. La parola poi è passata ad Alberto Mandozzi, presidente dell’Atam, che ha condotto un excursus sul tartufo pregiato dei Sibillini, illustrandone le importanti caratteristiche e le tante qualità. Tale prodotto è l’eccellenza primaria del territorio dei Sibillini e negli ultimi anni intorno ad esso si è sviluppata un’economia che tocca più settori. È parte integrante della biodiversità di questa zona e ne è un punto cardine. Grazie a “Diamanti a tavola” il tartufo pregiato ha acquisito una grande risonanza, facendolo conoscere in tutta Italia.

Dopo il saluto finale del Sindaco, il Presidente della Rete Wigwam Tassinato ha consegnato a tutti gli studenti presenti l’attestato finale per il progetto “La scuola comunica la biodiversità e i prodotti tipici della Comunità locale”.








Questo è un articolo pubblicato il 06-11-2019 alle 18:05 sul giornale del 07 novembre 2019 - 967 letture

In questo articolo si parla di cultura, tartufo, parco nazionale dei monti sibillini, amandola, biodiversità, territorio, prodotti tipici, articolo, diamanti a tavola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcu4