Porto San Giorgio: “ECHI” che restano nel cuore

3' di lettura 15/10/2019 - Sabato 12 ottobre un turbinio di emozioni hanno avvolto i presenti all’iniziativa “Echi”, organizzata dai Progetti SIPROIMI (ex-SPRAR) gestiti da “Nuova Ricerca Agenzia Res”: “Sconfinamenti” e “Human Rights” di Porto San Giorgio, “Era Domani” di Fermo e “Nuovi Inizi” di Porto Sant’Elpidio.

Tutto è nato da un’idea pensata e sviluppata dagli operatori SIPROIMI Sibilla Frontoni, Marco Milozzi, Federica Pietracci e Luca Vagnoni.
Tutto il percorso è stato documentato dal videomaker Alberto D’Agostino e dal fotografo Ennio Brilli.
“Echi” è un progetto svoltosi durante lo scorso anno scolastico, che ha visto coinvolta una classe per ognuna delle scuole medie “L. Da Vinci” di Fermo, “Isc Nardi” di Porto San Giorgio, “Rodari-Marconi” e “G. Galilei” di Porto Sant’Elpidio e “G. Leopardi” di Monte Urano.
L’iniziativa, incentrata sul tema del viaggio, ha visto operatori e ragazzi ospiti dei Progetti SIPROIMI incontrare gli studenti delle scuole medie e avviare assieme una riflessione sul tema del “viaggio”: i diversi tipi di viaggio, il senso del viaggio, viaggi di ieri e di oggi, esperienze personali di viaggio.
Agli studenti è stato poi chiesto di ricercare esperienze di viaggio all’interno della propria storia familiare passata o più recente, fino all’ individuazione e alla scelta di una storia per classe, con annessa relativa ricerca di documenti, foto, oggetti, testimonianze che potessero impreziosire e documentarlo.
Gli altri compagni di classe, assieme ad insegnanti, operatori e altri ragazzi SIPROIMI coinvolti, hanno poi intervistato la famiglia in questione andando a trovarla a casa.
Stesso procedimento è stato seguito poi per gli ospiti dei progetti, che hanno raccontato alla classe, che li ha intervistati, la loro storia, ospitando gli alunni nelle loro case.
L’evento conclusivo di sabato ha avuto il suo inizio con l’inaugurazione della mostra fotografica, che documenta il progetto, alla Sala Castellani.
Una bagno di folla di amici e intervenuti ha accolto con un lungo applauso e tanti abbracci, Ennio Brilli, autore delle foto, reduce da un incidente che lo ha visto costretto a riposo per qualche tempo.
La serata si è poi spostata al Teatro Comunale, strapieno per l’occasione, con la proiezione del videoreportage di Alberto D’Agostino seguita da un’ emozionate performance musicale e teatrale, di cui Luca Vagnoni ha curato la regia, con oltre trenta interpreti tra genitori, insegnanti, studenti, operatori e ragazzi dei Progetti SIPROIMI.
Sul palco si sono alternati: Sonia Piovicini, Filippo Cocciarini, Riccardo Levantesi, Edoardo Paniccià, Marzia Malloni, Clara Sgariglia, Chiara Vitali, Cesare Rastelli, Kour Harmandeep, Arlhaoui Sofia, Najidi Imane, Alessandro Porto, Patrizia Rita Mataloni, Julian Ilari, Sofia Marzetti, Klea Myrteza, Gloria Trabucco, Davide Vergari, Michela Abdel Kader, Elena Diomedi, Loris Bellanova, Francesca Porto, Giulia Masnari, Darius Bolbocenau, Amadu Pucci, Luca Niccià, Adisu Hailu Rosa, Shah Syed Noman Safdar, Barry Ibrahim, Sibilla Frontoni, la ballerina Giulia Alvear Calderon, il cantautore Marco Milozzi, Amadou Sow e la preziosa collaborazione di Federica Pietracci e Ali Mohamed Ahmed.
Assieme loro gli altri docenti referenti e collaboratori del Progetto per le scuole coinvolte sono stati: Beatrice Tombolini, Claudia Colletta, Marianna Cinti e Giuseppina Andriola. Grande soddisfazione e gioia espressa da Alessandro Fulimeni, coordinatore dei Progetti SIPROIMI per “Nuova Ricerca Agenzia Res” e dagli Assessori di Porto San Giorgio Francesco Gramegna ed Elisabetta Baldassarri, presenti all’evento, che hanno ricordato come questa è l’unica via per costruire un futuro diverso, scevro da pregiudizi e luoghi comuni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2019 alle 16:44 sul giornale del 16 ottobre 2019 - 1374 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, porto san giorgio, siproimi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbG3





logoEV
logoEV