Amandola: Fine settimana all’insegna della formazione sulla sostenibilità e il cambiamento climatico

4' di lettura 14/10/2019 - Sabato 19 e domenica 20 ottobre presso la Comunità Agricola di Accoglienza di Amandola in Contrada San Ruffino n. 7 ( nei pressi dell’Abbazia SS Ruffino e Vitale ) si terrà un seminario formativo aperto promosso dall’associazione “Sostenibilità Equità Solidarietà”

L'iniziativa formativa sarà realizzata grazie anche alla collaborazione con la Fattoria Sociale Montepacini e la Comunità Agricola di Accoglienza che ospita il seminario.
Il progetto “Sostenibilità Equità Solidarietà” nasce nel 2018 per iniziativa di Maurizio Pallante “eretico e irregolare della cultura”, laureato in Lettere, fondatore nel 2007 del Movimento per la decrescita felice, da molti anni impegnato attivamente sui temi dell’economia ecologica e delle tecnologie ambientali.
Ad aprire i lavori sabato alle ore 9.00 sarà Luca Fiorani, ricercatore Enea e docente di fisica del clima all’Università di Roma tre, coautore insieme ad Antonello Pasini de “Il pianeta che scotta. Capire il dibattito sui cambiamenti climatici” ( Città Nuova 2010 ) e de “Il sogno di Francesco.
Piccolo manuale (scientifico) di ecologia integrale” (Edizioni Francescane Italiane 2019). Tema dell’intervento del prof. Fiorani sarà : “Il cambiamento climatico: cause, conseguenze. A che punto siamo. Come contrastarne le cause, come attenuarne le conseguenze”.
Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15.00 sarà la volta di Francesco Girardi, ingegnere ambientale e amministratore dell’ASA di Tivoli. Il suo intervento verterà su “La conversione economica dell’ecologia: la gestione degli oggetti dismessi. Aspetti tecnici ed economici, il vantaggio sociale della gestione pubblica”.
A seguire ci sarà la relazione di Witti Mitterer, presidente della Fondazione italiana di bioarchitettura e antropizzazione sostenibile dell’ambiente, nonché docente dell’Università di Innsbruck e coordinatrice del progetto di recupero di Onna in provincia dell’Aquila, sul tema “L’efficienza energetica negli edifici”. I lavori di sabato si concluderanno con un “The conviviale” offerto dalla Comunità Agricola di Accoglienza ( per chi volesse sono previsti anche un pranzo e una cena conviviale presso ”Osteria del Lago”).
Domenica 20 ottobre a partire dalle ore 9.00, la seconda giornata del seminario vedrà quali relatori Maurizio Pallante ( “Oltre la destra e la sinistra” ) e Gaetano Pascale, agronomo, laureato in Scienze Agraria indirizzo Tecnico-Economico, già Presidente di Slow Food Italia ( “Il grande inganno dello sviluppo sostenibile” ).
Il seminario si concluderà alle ore 12.30. Quello di Amandola è il terzo seminario formativo promosso a livello nazionale dall’associazione “Sostenibilità Equità Solidarietà”. Nel volume uscito nel 2019 per la casa editrice Lindau “Sostenibilità Equità Solidarietà – Fondamentali 1.0 d’un progetto politico in costruzione” Maurizio Pallante ha voluto evidenziare, nella copertina posteriore come : “Le conseguenze dei cambiamenti climatici innescati dall’aumento della temperatura terrestre e i problemi causati dagli altri fattori della crisi ambientale diventano sempre più preoccupanti, ma più preoccupante è il fatto che non entrino nell’agenda di nessuno dei partiti esistenti. Sono troppo impegnati a riproporre le stesse fallimentari ricette finalizzate a rilanciare la crescita economica, per accorgersene.
Se si continuerà a perseguire la crescita cercando di conciliarla con la riduzione della crisi ecologica secondo la formula dello sviluppo sostenibile, non si otterrà né la crescita, né la sostenibilità. Dopo il lungo periodo di stagnazione successivo alla crisi del 2008, si sta ripresentando la prospettiva di una nuova crisi.
E l’aumento della temperatura terrestre che si è verificato nei primi diciotto anni di questo secolo lascia prevedere che il limite di + 1,5°C, concordato alla COP 21 di Parigi nel 2015, si supererà molto prima del 2100.
Nell’abbozzo di programma politico presentato in questo libro si sostiene che la priorità da perseguire è la riduzione della crisi ecologica mediante lo sviluppo di innovazioni tecnologiche che riducono il consumo delle risorse per unità di prodotto e le emissioni di sostanze non metabolizzabili dai cicli biochimici. In questo modo si sostengono anche dei risparmi economici che consentono di pagarne i costi di investimento senza accrescere i debiti pubblici, di rimettere in moto l’economia e ridurre stabilmente il numero dei disoccupati. Un progetto politico di questo genere richiede un mutamento di paradigma culturale rispetto a quello che si è consolidato a partire dalla rivoluzione industriale.
Questo pamphlet si apre con un appello rivolto a chi ritiene di poter contribuire alla sua definizione ed è seguito da alcune riflessioni che ne danno un primo abbozzo”. Il seminario formativo di Amandola precederà di pochi giorni una assemblea nazionale della neo costituita associazione “Sostenibilità Equità Solidarietà” che si terrà a Roma domenica 27 ottobre alle ore 10.30 presso la Città dell’Altra Economia in Largo Dino Frisullo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-10-2019 alle 21:06 sul giornale del 15 ottobre 2019 - 1480 letture

In questo articolo si parla di lavoro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbE5





logoEV
logoEV