Amare se stessi è una colpa?

2' di lettura 08/10/2019 - Amare se stessi è importante perché implica l’accettazione di sé e il riconoscimento dei propri bisogni che dovrebbero avere la priorità, riconoscere un valore al proprio sé ci porta a star bene con noi stessi, ad essere soddisfatti delle nostre scelte e a vivere in armonia con il mondo esterno.

Non bisogna confondere l’amor proprio con l’egoismo, perché l’amore per sé è la base per costruire relazioni solide e sincere, in cui avviene uno scambio reciproco di amore autentico. Nelle relazioni sociali si riflette l’amore che una persona ha verso se stesso: le persone che conosciamo sono il riflesso dei sentimenti che nutriamo nei nostri confronti.
Una persona che non ama se stessa, rischia di portare all’interno di un rapporto una forte dose di negatività e questa viene inevitabilmente percepita dagli altri.
Sarà capitato a tutti incontrare una persona che non si ama, qualcuno che tende solo a lamentarsi e a piangersi addosso, che incolpa sempre gli altri per qualsiasi evento negativo gli capiti, pertanto è normale che questo tipo di persone vengano evitate.
Quando, al contrario, si rivolge attenzione a noi stessi e proviamo a sentirci soddisfatti per quello che facciamo, saremo più inclini a dedicare attenzioni agli altri avendo accumulato in noi stessi energie positive, così da soddisfare le nostre esigenze e quelle altrui.
Nel caso in cui ci si trovi nella condizione di dover prendere delle decisioni, è importante amarsi: quando ci troviamo di fronte ad una scelta tendiamo a voler accontentare di più gli altri, piuttosto che a soddisfare i nostri bisogni.
Chi non si ama, tende a rimandare le decisioni oppure a mettere al proprio posto il parere altrui e a sottovalutare il proprio.
Nella quotidianità, nelle scelte più banali, come nel caso di decidere come vestirsi o cosa mangiare, o nelle più importanti come può essere il lavoro o lo studio o chi frequentare, chi ha uno scarso amore per se difficilmente riuscirà a realizzare se stesso, perché non sarà in grado di compiere scelte consapevoli e nel momento in cui dovrà prendere una decisione verrà sempre influenzato dall’ambiente circostante e dal ciò che gli altri potrebbero pensare.
Imparare ad amare se stessi non è facile, richiede tempo e pazienza, soprattutto determinazione.
Amare se stessi è un valore aggiunto alla personalità, perché richiede la capacità di essere assertivi, di dire no quando serve, di dire basta quando qualcuno ci fa soffrire, senza subire condizionamenti esterni per paura di essere giudicati negativamente, di chiedere aiuto quando siamo in difficoltà, di riconoscere le proprie emozioni positive o negative che siano, senza averne paure.






Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2019 alle 10:21 sul giornale del 09 ottobre 2019 - 838 letture

In questo articolo si parla di psicologia, attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbo7

Leggi gli altri articoli della rubrica L'Angolo della Psicologa





logoEV
logoEV