Prosegue l'impegno della Regione per il raggiungimento della piena parità di genere

2' di lettura 27/09/2019 - Un'agenda ricca di progetti e appuntamenti quella della Commissione regionale Pari opportunità che accanto a iniziative già collaudate propone per il prossimo anno anche molte novità

“Abbiamo scelto di tornare a investire – sottolinea la Presidente Meri Marziali – in attività già sperimentate con successo e, allo stesso tempo, proporne di nuove. Il comune denominatore resta sempre lo stesso, quello di contribuire fattivamente al raggiungimento della piena parità di genere in tutti i campi, per una concreta attuazione ai principi di uguaglianza sanciti a chiare lettere nella nostra Costituzione”.
La promozione della medicina di genere resta un caposaldo nel piano annuale di attività della Commissione, con la campagna di sensibilizzazione sugli screening oncologici, che prevede appuntamenti dentro le università e poi su tutto il territorio regionale, alla quale si affiancheranno attività di contrasto alle mutilazioni genitali femminili e di prevenzione dell'osteoporosi attraverso il proseguimento di “Ossi duri...si diventa”.
L'ampio programma prevede anche iniziative a sostegno del riequilibrio della rappresentanza di genere nelle istituzioni e attività specifiche a favore dell'accoglienza e dell'inclusione sociale, con particolare riferimento alle problematiche legate al tema della disabilità.
“Per rafforzare la riflessione sulla lotta contro la violenza delle donne e sulla parità di genere presenteremo - evidenzia Marziali - due spettacoli teatrali ad ingresso gratuito, il prossimo novembre e a marzo, in occasione della giornata internazionale della donna”.
Uno occhio particolare, come sempre, sarà rivolto al superamento delle diseguaglianze di genere nell'accesso al mondo del lavoro, nei livelli di inquadramento, nei percorsi di avanzamento di carriera.
La Commissione proseguirà a investire nella “Banca dei saperi delle donne” attraverso l'adeguamento della banca dati alla nuova normativa e con attività per diffonderla nel territorio “in modo da poter dare a tutte le donne marchigiane - spiega la Presidente Cpo - la possibilità di usufruirne”. Il rafforzamento dell'identità europea rientra nella programmazione 2020 della Cpo attraverso un ciclo di incontri per far emergere il ruolo fondamentale delle donne nella diffusione della cultura europeista.
Per quanto riguarda scuola e cultura, si avvierà il progetto di educazione sentimentale nelle scuole, affiancato a iniziative di prevenzione e contrasto del bullismo e cyberbullismo. In programma la quarta edizione del premio tesi di laurea “Valeria Solesin” e del concorso per le scuole “Sulle vie della Parità nelle Marche”. In agenda non poteva mancare la promozione delle scrittrici contemporanee e la valorizzazione dei contributi delle donne all'arte, la narrativa e più in generale la cultura. Torneranno rinnovate nei contenuti le rassegne “Impronte femminili” e “Matria”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-09-2019 alle 11:20 sul giornale del 28 settembre 2019 - 344 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, pari opportunità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ba3w





logoEV
logoEV