Successo di pubblico per Andrea Scanzi a Civitanova Marche

2' di lettura 26/09/2019 - Il Teatro Rossini stracolmo per lo spettacolo "E pensare che c'era Giorgio Gaber" di Andrea Scanzi

Un pubblico attentissimo e generosissimo di lunghi e ripetuti applausi che hanno accompagnato tutta la serata, è stata la dimostrazione dell'apprezzamento e del seguito sia per Andrea Scanzi, noto ed amato giornalista e artista, che per l'adorato ed immenso Giorgio Gaber.
L'evento organizzato dall'Azienda Teatri di Civitanova e dall'Associazione "Arte" che opera sul territorio non vasto seguito da 12 anni proponendo svariati eventi culturali ha riscosso il positivo plauso che merita.
Lo spettacolo è stato un viaggio nei vari anni artistici di Gaber, soprattutto quelli dedicati alle sue performance teatrali, accompagnate dal suo stretto collaboratore Sandro Luporini, dove hanno mostrato che l'interesse per l'uomo è stato sempre centrale nelle loro produzioni artistiche.
Produzioni dell'anima e del pensiero di un Gaber decisamente in linea con l'attualità, dove è stato capace di infondere una valenza umana pregnata da testi impegnati, a volte scomodi, contestatori ma illuminanti, contenenti una critica acuminata ma propizia ad un miglioramento.
Basti ricordare testi come Io se fossi Dio, Mi fa male il mondo, E pensare che c'era il pensiero, nonchè tanti altri, coraggiosi e consapevoli. Gaber oltre alla sua genialità e talento, ha sempre espresso la sua libertà di espressione, ha sempre scavato le cose dal di dentro, senza sconti per niente e nessuno eppure speranzosi di un auspicabile cambiamento, dello stato, della società, delle persone.
Nello spettacolo Andrea Scanzi mostra il suo amore per Gaber, raccontandolo nel modo più preciso possibile nonché in quello più ardente di ammirazione e stima.
La stessa stima ed ammirazione che ha dimostrato il pubblico per uno spettacolo interpretato da una persona preparata e sensibile come Andrea Scanzi che non poteva raccontare meglio un grande artista come Giorgio Gaber, un artista che se ancora ci fosse, avrebbe ancora tanto da dare e da insegnare.






di Maria Teresa Virgili


Questo è un articolo pubblicato il 26-09-2019 alle 13:20 sul giornale del 27 settembre 2019 - 4798 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, Maria Teresa Virgili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ba1h





logoEV
logoEV