Fermo: ”Prosegue fino al 28 settembre la mostra "Energia Creativa"

2' di lettura 25/09/2019 - Sarà visitabile fino al 28 settembre al piano terra di Palazzo dei Priori e al Centro Culturale San Rocco di Fermo la mostra dal titolo Energia Creativa, organizzata e curata da Contemporary Agency, con il patrocinio del Comune di Fermo e dell’Arcidiocesi

Sedici gli artisti in mostra che espongono le loro opere: Daniela ACCIARRI, Giorgio BALDONI, Federica BRACCHETTI, Francesco BUSCAINI, Roberto DE SANTIS, Antonio GANDOSSI, Alfredo LAVIANO, Daniela MARTELLI, Michele NAVE, Daniel Salvador PATTI, Gene POMPA, Andrea ROTILI, Felice RUFINI, Antonella SPINELLI, Fabio ZEPPA con l’omaggio al Maestro incisore Sandro PAZZI e tre artisti in video-esposizione (Carolina LOYOLA-GARCIA, Rosy MANTOVANI, JosefinaTEMIN. Mostra che con altre opere si tiene contemporaneamente dal 6 settembre scorso a Venezia nel periodo che coincide con le “Biennali” dell’Arte, del Cinema e della Musica, nella storica sede di Palazzo Albrizzi Capello.
Numerosi i visitatori che hanno avuto modo di apprezzare le due mostre, con la presentazione della Prof.ssa Federica Facchini dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, i testi del Prof. Galliano Crinella dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” e poesie del Prof. Eugenio De Signoribus, sia a Venezia, inserita dal Comune di Venezia nel palinsesto de “Le Città in Festa” e inaugurata con un concerto eseguito dalla Jugend Kammerorchester Stuttgart – JuKO che a Fermo dove l’apertura dell’esposizione lo scorso 14 settembre ha visto la partecipazione del Sindaco Paolo Calcinaro e dell’Assessore alla Cultura Francesco Trasatti, di altre autorità e visitatori.
“La mostra che ha anche il patrocinio del Museo Tattile Statale Omero di Ancona, in equilibrio tra tradizione e sperimentazione – scrivono gli organizzatori - intende recuperare il tema dell’”identità creativa” attraverso l’utilizzo di tecniche e materiali eterogenei, nel segno della libertà espressiva. Si passa, dunque, dall’opera in carta dall’aspetto visivo e tattile “ruvido”, all’opera “levigata” in travertino, dai materiali polimerici compatti al plexiglass, dalla pittura ad olio pastosa e tridimensionale a composti acrilici bidimensionali, dalla fotografia bicromatica all’immagine statica e destrutturata della digital art, fino all’esposizione in movimento della videoart”.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-09-2019 alle 16:04 sul giornale del 26 settembre 2019 - 333 letture

In questo articolo si parla di cultura, fermo, Comune di Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baX7





logoEV
logoEV