P.S.Giorgio: "Aperitivo di Gusto”

2' di lettura 20/09/2019 - Nuovo appuntamento per promuovere il territorio promosso dallo storico bar di Porto San Giorgio “Caffè Moretto”, si tratta di un evento molto atteso che riprende dopo la pausa estiva

Per iniziare la nuova rassegna di appuntamenti legati al cibo con invitati speciali chef e produttori di qualità, il titolare Daniele Aria, ha puntato su un giovane promettente del panorama gastronomico marchigiano: Leonardo Grillo.
Il giovane ed intraprendete pizzaiolo Grillo, classe '83, lavora fin da giovanissimo nella ristorazione. La passione per l'arte bianca nasce fin da giovanissimo dopo aver frequentato un corso amatoriale per pizzaioli. Da quel momento cresce la voglia di dedicarsi anima e corpo allo studio dei lievitati e alla sperimentazione continua. Così iniziano i primi corsi in giro per l'Italia, la formazione continua con Giuliano Pediconi e con altri esponenti del settore. Fondamentale l'esperienza presso il ristorante “Signore te ne ringrazi” capitanato dallo chef Michele Biagiola, dove l'amore per i lievitati si sposa con quello per il vegetale e per la tradizione.
A Maggio 2018, decide di dar vita a Sauardó, di Civitanova Marche, che ha già ricevuto ottime recensioni e segnalazioni nelle maggiori guide di settore, grazie alla bravura nel creare una pizza di grande qualità sotto il profilo della lievitazione cottura ma anche e soprattutto nella scelta degli ingredienti della nostra terra.
DOMENICA 22 Settembre appuntamento con l’evento “Aperitivo di Gusto” dalle ore 18,00
presso il bar “Caffè Moretto” di Porto San Giorgio, in Via Ugo Foscolo 39, protagonista il Menù dalla Pizzeria Sauardò preparato dal mastro pizzaiolo Leonardo Grillo.
Una formula simpatica per assaggiare una nuova proposta gastronomica: un calice di vino a scelta tra i tanti proposti dalla cantina del Moretto abbinati a quattro piatti proposti dallo chef dedicati all’autunno. Si parte con una crema di zucca servita in un bicchierino, dei crostini di pane, funghi trombette e nocciole sbriciolate sopra.
Si prosegue la degustazione con una Pizza cotta in pala: con una crema di ceci, erbe strascinate della tradizione e pecorino dei sibillini. Poi la mente dello chef ha ideato un pane con lievito madre, cime di rapa, pomodoro fresco e stracciatella.
Per finire nuovamente una Pizza con acciughe salate dell’Adriatico, stracchino di montagna e cipolla rossa piatta di Pedaso.
Un vero e proprio menù in miniatura pensato per esaltare le papille gustative ed avvicinare i clienti ad una nuova proposta gastronomica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2019 alle 21:29 sul giornale del 21 settembre 2019 - 2683 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baPm





logoEV
logoEV