Monte Urano: ancora violenza nel centro accoglienza. Quattro ospiti minacciati con un coltello

2' di lettura 19/09/2019 - Momenti di tensione nella mattinata di lunedì per una lite tra richiedenti asilo. Terzo episodio di violenza in pochi mesi. Tempestivo l’intervento dei Carabinieri.

Si registrano ancora casi di violenza nelle strutture di accoglienza richiedenti asilo presenti nel comune di Monte Urano. L’ultimo episodio, il terzo da maggio, si è registrato nella giornata di lunedì mattino presso una struttura lontana dal centro storico. I militari dell’Arma delle Stazioni di Monte Urano e Porto Sant’Elpidio sono intervenuti nella struttura per riportare la calma dopo una violenta lite scaturita per futili motivi dove un uomo ha aggredito quattro connazionali ospiti con calci e pugni e poi minacciandoli con un coltello.

Un ragazzo di 30 anni, E.K. di origine nigeriana, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Fermo per minaccia aggravata, lesione personale aggravate e porto abusivo di arma bianca e subito allontanato dalla struttura.

Aggiornamento e chiarimento da parte del Comando Carabinieri Compagnia di Fermo

Su indicazione del Comando Compagnia di Fermo, attraverso il Luogotenente Serafino Dell'Avvocato, precisiamo che i fatti sono avvenuti il giorno 3 settembre ed il decreto di espulsione è stato notificato il 16 settembre.

Confermiamo, come riportato nell'articolo, che è il terzo caso di violenza registrato a distanza di pochi mesi legato alle strutture di accoglienza presenti nel comune di Monte Urano: venerdì 24 maggio, venerdì 30 agosto e martedì 3 settembre.

Pubblichiamo, riguardo al presente articolo, un ulteriore chiarimento sulla base di quanto ci è stato meglio specificato dal Comando dei Carabinieri di Fermo che ringraziamo per la disponibilità:

In riferimento a quanto è stato comunicato in precedenza le Forze dell'Ordine hanno chiarito che l’aggressione ad opera del cittadino straniero ospite della comunità di Monteurano è avvenuta il 30/08 us. e l'uomo fu allontanato immediatamente dai CC intervenuti.
Sottoposti i fatti all’autorita giudiziaria, è stato emanato un provvedimento convalidato dopo un paio di gg ed il 3 settembre il soggetto è stato definitivamente allontanato.
I
l 3 settembre è la data in cui sono stati notificati gli atti all’aggressore.
In sintesi, dopo il 30 agosto, non si sono verificati ulteriori ed incresciosi fatti violenti nel centro di accoglienza di Monte Urano.






Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2019 alle 06:25 sul giornale del 20 settembre 2019 - 4514 letture

In questo articolo si parla di cronaca, andrea leoni, fermo, monte urano, vivere fermo, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baKT





logoEV
logoEV