Avviata un'azione per tutelare le vittime della truffa del contachilometri

1' di lettura 09/09/2019 - Associazione Codici in soccorso dei consumatori coinvolti nella truffa del contachilometri scoperta dai Carabinieri di Ancona. Nel giugno scorso fu sgominata una banda che, grazie ad un'apparecchiatura sofisticata, riduceva il chilometraggio delle auto, rivendute poi come nuove

“Abbiamo ricevuto diverse segnalazioni – dichiara l'Avvocato di Codici Carmine Laurenzano – ci hanno contattato consumatori che pensavano di aver fatto un affare e che invece hanno scoperto di aver acquistato un'auto usata ed anche molto. Basti pensare che in alcuni casi il chilometraggio è stato scaricato anche del triplo.
Abbiamo avviato un'azione collettiva popolare per tutelare le vittime di questo raggiro che purtroppo non è la prima volta che viene messo in pratica”.
Sul sito dell'Associazione Codici (www.codici.org) è disponibile il modulo per aderire all'azione collettiva popolare.
Per ricevere assistenza è possibile chiamare lo 06.5571996 oppure scrivere a segreteria.sportello@codici.org.
Le auto truccate dalla banda sgominata dai Carabinieri di Ancona sono oltre 140, mentre i contratti di vendita sottoscritti riguardano il periodo tra gennaio 2017 ed aprile 2019.
La truffa è stata messa in atto nelle seguenti regioni: Marche, Abruzzo, Emilia Romagna, Umbria, Molise, Lazio, Toscana, Puglia, Veneto, Lombardia, Piemonte, Liguria e Sardegna.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2019 alle 11:03 sul giornale del 10 settembre 2019 - 556 letture

In questo articolo si parla di attualità, truffa, redazione, auto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/baoI