Termina la seconda edizione dell’ Horror Festival Monturanese

2' di lettura 28/07/2019 - L’Horror Festival Monturanese si è concluso ieri , anche le previsioni non hanno fermato i curiosi ad addentrarsi nella città trasformata in un set cinematografico di genere , con un duro ed incredibile lavoro che ha dato vita a un Festival davvero originale.

Molte persone si sono spostate per partecipare all’evento , si sono registrate persino presenze venute direttamente dalla Puglia , dall’ Umbria , dall’Emilia Romagna oltre che dai paesi limitrofi . La presidente della Proloco , Lucia Gallucci , è molto soddisfatta dei risultati ottenuti e dei commenti di gradimento e apprezzamento ricevuti ,visto l’impegno e la motivazione con cui è stato sostenuto l’evento . Il Festival però ha ricevuto anche alcune critiche con cui gli organizzatori si sono prontamente interfacciati , critiche mosse per lo più verso alcuni programmi vietati ai minori di quattordici anni se non accompagnati ,che erano previsti nella scaletta di programmazione dell’evento ,non erano altro che riproduzioni di scene di grandi film del tema a cui era dedicato il festival . Molte critiche di superficie che però come ribatte la presidente dell’associazione , Lucia Gallucci , sempre aperta al confronto , servono e sono state mosse in maniera principale da chi a quei programmi non ha partecipato ma commento dal volantino, come è ovvio precisare non vi sono stati riti occulti ma riproduzioni di scene cinematografiche ambientate come da copione in cui gli attori si sono immedesimati in quelle che sono semplicemente riproduzioni di scene ,che gli appassionati ,hanno potuto vedere dal vivo in set riprodotti . In tutto il mondo gli Horror Festival hanno il messaggio di fronteggiare le paure e partecipare con lo spirito che caratterizza un festival , basti pensare al successo di Fipili . Il Festival inoltre ai piccoli ha dedicato una parte della città , con i personaggi di Hotel Transylvania , il famoso cartone tanto amato dai bambini , in cui personaggi che hanno sembianze mostruose non sono che esseri con comuni sentimenti scacciati solo per il loro aspetto . Cartone “horror “studiato per continuare nel gioco a parlare di famiglia, di amicizia, di accettazione del diverso e di comprensione e perdono. Dunque il Festival si è attenuto al tema “confezionando “ intrattenimento su misura per tutte le età . “Pensala come una legge psicologica della fisica. Più hai paura di una cosa , più potere le dai”. Americano Horror Story








Questo è un articolo pubblicato il 28-07-2019 alle 16:39 sul giornale del 29 luglio 2019 - 1872 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, monte urano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a994





logoEV
logoEV