Lesioni riportate dalla minore presso il Centro Vacanze "La Risacca" di Porto sant'Elpidio

1' di lettura 23/07/2019 - sono ancora in fase di accertamento le cause che hanno provocato il principio di annegamento della minore

Sono tuttora in corso gli accertamenti da parte dei Carabinieri della Stazione di Porto Sant’Elpidio tesi a ricostruire l’esatta dinamica che ha cagionato il principio di annegamento della minore, nel pomeriggio di domenica 21 luglio scorso, presso la piscina “Laguna” del Centro Vacanze “La Risacca” di Porto Sant’Elpidio.
Diverse le persone sinora ascoltate dai militari che hanno anche acquisito le immagini delle telecamere installate.
Continuano invece le ricerche della prima soccorritrice, una donna che per prima raggiungeva la bambina, estraendola dall’acqua, e che i Carabinieri vorrebbero ascoltare per acquisire ulteriori elementi per la ricostruzione dell’esatta dinamica e che invitano a portarsi presso la Stazione Carabinieri di Porto Sant’Elpidio o diversamente a prendere contatti con loro (t. 0734/992282).
Gli inquirenti invitano, inoltre, ulteriori persone presenti al momento dei fatti e non ancora ascoltate, a offrirsi spontaneamente per collaborare all’inchiesta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-07-2019 alle 13:59 sul giornale del 24 luglio 2019 - 2300 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, piscina, annegamento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9Xd





logoEV