Fano: Inseguimento al Lido: scarcerato il 29enne arrestato. Avevano anche investito un ragazzino in bici

1' di lettura 22/07/2019 - Erano in tre, su quella Punto nera. La polizia li aveva avvistati in zona Fosso Sejore, poi la fuga fino al Lido di Fano. Infine la corsa a piedi, una volta essersi accorti di essere ormai stati braccati, ma non prima di aver urtato un 16enne in bicicletta mandandolo all’ospedale. L’ultimo atto? L’arresto di uno dei tre. Che però è già stato scarcerato.

È un 29enne italiano di etnia sinti. Era a bordo della Punto insieme ad altre due persone (qui tutti i dettagli). Due, come le uniche certezze su questo caso: la fuga – di certo non immotivata – e il fatto che l’auto sia stata rubata, come dimostra una denuncia pervenuta nel frattempo. L’arrestato – che ha pure dei precedenti - non ha fornito spiegazioni, né le generalità delle altre persone protagoniste della fuga. Si è avvalso, insomma, della facoltà di non rispondere.

A scopo cautelare, il giudice ha optato per l’obbligo di dimora a Vicenza, dove il 29enne ha la residenza. Il processo si terrà a Pesaro il prossimo 29 luglio, per le accuse di omissione di soccorso – il ragazzo, per fortuna, ha riportato soltanto ferite lievi - e di resistenza a pubblico ufficiale.








Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2019 alle 16:40 sul giornale del 23 luglio 2019 - 858 letture

In questo articolo si parla di cronaca, fano, lido, inseguimento, articolo, ciclista investito, Simone Celli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9U9





logoEV