Il Concorso di Poesia “Città di Porto Recanati” è giunto alla trentesima edizione: come partecipare

3' di lettura 26/06/2019 - Giunge alla trentesima edizione il noto Concorso Internazionale di Poesia “Città di Porto Recanati” che venne ideato e fondato dal poeta, scrittore e saggista, prof. Renato Pigliacampo (1948-2015).

Pigliacampo era nato nella città di Leopardi nel 1948 e proprio nella terra di Marca soffrì, in giovanissima età, la perdita dell’udito a causa di una grave forma di meningite. Si era laureato all’università “La Sapienza” di Roma specializzandosi in Psicologia dedicando particolare attenzione all’insegnamento della Lis (Lingua Italiana dei Segni) di cui molto parlò anche nelle sue poesie. All’interno dell’universo audioleso ricoprì anche vari incarichi importanti quali quello di Consigliere del Direttivo ENS (Ente Nazionale Sordi) e di Presidente Regionale ENS Marche.
Parallelamente a un’intensa attività saggistica sulle problematiche dell’audioleso nei vari ambiti della società si dedicò alla poesia, forma di espressione con la quale narrò il suo disagio esistenziale, la sua rabbia dinanzi alle idiosincrasie del mondo e l’ingiustizia della società. La sua prima raccolta organica di versi, datata 1967, si intitolava “Anni, anni che vanno”, opera alla quale nel corso del tempo ne seguirono numerose altre, tra cui “Canti del mio silenzio” (1973), “Dal silenzio” (1981), “Adobe” (1990) con la quale sembrava risoluto nell’abbandonare la poesia salvo poi tornare a ripercorrere le sue strade e pubblicare “Canto per Liopigama” (1995) e i più recenti “L’albero di rami senza vento” (2006) e “Nel segno del mio andare” (2013). Nel 2016 il critico Lorenzo Spurio ha dato alle stampe il volume “Nella sera che cala sul litorale. Percorso antologico nella poesia del Guerriero del Silenzio”. In esso Spurio ha raccolto, in base a una sua selezionata scelta dell’ampio materiale, testi che appartenevano a tutte le opere di Renato Pigliacampo, disponendoli in ordine cronologico ad offrire al lettore un vero e proprio itinerario, tra i mutamenti sociali e lo scorrere del tempo, dell’ars poetica di Pigliacampo.

Il concorso, patrocinato dal Comune di Porto Recanati e dalla Provincia di Macerata, è uno dei più longevi dell’intera Regione Marche. Negli anni esso ha raccolto testi poetici di pregevole fattura e di elevato valore civile, frequentemente incentrati sulle difficoltà sociali, sulla disuguaglianza, sulla denuncia delle ingiustizie e sul riscatto degli oppressi, tematiche centrali dell’impegno umano del suo fondatore.

È possibile partecipare al premio con massimo due poesie (in italiano o in dialetto) ciascuna non dovrà superare i 50 versi di lunghezza.
Sebbene il tema sia libero si consiglia vivamente di trattare tematiche relative alle problematiche sociali, alle discapacità sensoriali, alle diseguaglianze, alla disabilità, alla povertà, alla solitudine degli anziani, all’odissea dei migranti e dei profughi, ecc., tematiche per le quali fu istituito il Premio.
Per partecipare è richiesto un contributo di partecipazione di 20€ e, assieme alle poesie con le quali si intende partecipare, è richiesto l’invio dei propri dati personali.
Le iscrizioni dovranno pervenire esclusivamente a mezzo mail poesia.portorecanati@gmail.com entro il 25 Luglio 2019.
La Commissione di Giuria, presieduta dal poeta e critico letterario Lorenzo Spurio e composta dai poeti Rosanna Di Iorio, Rita Muscardin, Emilio Mercatili e Loretta Stefoni, decreterà il suo giudizio a fine agosto. Sono previsti premi in denaro: 500€ al primo vincitore, 300€ al secondo e 200€ al terzo, oltre a targhe, eventuali coppe e diplomi.
La cerimonia di premiazione avrà luogo nell’affascinante Pinacoteca Civica “Attilio Moroni” di Porto Recanati nel pomeriggio del 14 settembre 2019.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-06-2019 alle 14:08 sul giornale del 27 giugno 2019 - 408 letture

In questo articolo si parla di cultura

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8ZO





logoEV