Casette d'Ete: “ARTE NELL’ARTE” nello scenario della Basilica Imperiale di Santa Croce al Chienti

2' di lettura 19/06/2019 - L’importante rassegna pittorica si concluderà domenica 23 giugno

Si è inaugurata Domenica 16 giugno 2019, nella prestigiosa e storica Basilica Imperiale di Santa Croce al Chienti di Sant’Elpidio a Mare frazione di Casette d’Ete, la terza edizione di “Arte nell’Arte”, “Collettiva del Cuore”, presentata da Jenni Polverini e alla presenza di Enrica Bruni, storica dell’arte. Il testo critico è stato redatto da Loredana Finicelli e del quale ne riportiamo un ampio stralcio. “
Lo scenario della manifestazione – ha scritto la Finicelli -, non a caso, è una delle testimonianze più rilevanti dell’intero fermano vale a dire la Basilica Di Santa Croce al Chienti, un’architettura di origine imperiale da qui fondazione addirittura precedente all’anno 1000.
Un contesto dove il documento storico si mescola alla tradizione e, insieme, comunque la suggestione che solo il passato remoto riesce ad avere, costituisce il teatro ideale su cui allestire un dialogo possibile ed efficace con il contemporaneo.
Un momento di relazione reciproca in cui la storia si manifesta con tutta la sua forza della sua stratificazione secolare per intrecciarsi linguaggio visivo e qua accende dell’attuale rappresentato dai contributi degli artisti mostra.
In un straordinario gioco di rimandi di relazioni, questa mostra, che propone un gruppo di artisti selezionati e che conta diverse personalità storicizzate cui si affiancano promesse e artiste emergenti, ha il merito di ribadire la continuità del fare artistico che si tramanda tra le generazioni e si trasmette dai maestri agli allievi:ciò che si origina è un tessuto di creatività ininterrotto e in continua rigenerazione.
Ancora una volta,l’indicazione che si può trarre da un’esposizione come la collettiva “Arte nell’arte” è quella di avere la fortuna di confrontarsi con un territorio animato da una formidabile verve creativa, alimentata dai linguaggi della tradizione più recente,ma pronta ad aprire al nuovo, al tecnologicamente avvertito e in grado di misurarsi con esperienze più attuali e innovative;un panorama dunque intessuto di talenti e di possibilità, nientemeno che lo specchio di un passato ricchissimo nel quale si osservano chiaramente tracce costanti di continuità e di bellezza”.
Gli artisti invitati sono: Vittorio Amadio, Lino Alviani, Giorgia Aluzzi, Nevia Amaolo, Francisca Blazquez, Giovanni Beato, Gaetani Carboni, Roberto Capriotti, Silvio Craia, Agostino Cartuccia, Albert Casals, Marisa Cesanelli, Sofia Clementi, Antonio Cremonese, Massimo di Febo, Fabrizio Diomede, Alice Ferretti, Maurizio Governatori, Alessandro Guerrini, Carlo Iacomucci, Lorenzo Luciani, Graziano Livi, Marisa Marconi, Laura Martellini, Margherita Martinelli,Clodoveo Masciatelli, Mario Mercoldi, Al-Zein Nabil, Cipriano Olivieri, Maria Teresa Pancella, Sandro Pazzi, Antonio Pettinari, Emanuela Pisicchio, Franco Polverini, Jenny Polverini, Pujol Grau-Epsatilla, Vincenzo Raccos, Lucia Spagnuolo, Sandro Trotti, Leonardo Terenzi,






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2019 alle 09:58 sul giornale del 20 giugno 2019 - 558 letture

In questo articolo si parla di arte, cultura, casette d'ete, pittori, basilica imperiale di santa croce sul chienti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8KI