Allevatore/agricoltore in protesta davanti alla Regione per mancati indennizzi su danni da cinghiali

1' di lettura 19/06/2019 - Marcozzi: “Lavoratori colpiti tre volte. Presenterò un'interrogazione per fare chiarezza e rendere giustizia a Vitali e ai suoi colleghi”


Colpiti tre volte, e tre volte vittime di una politica che latita. E' di queste ore la notizia della protesta dell'agricoltore e allevatore di Amandola, Pino Vitali che, non riuscendo da ben 5 anni ad accedere agli indennizzi regionali per i danni provocati dai cinghiali, ieri ha deciso di protestare davanti alla Regione. Lui è il volto di tanti lavoratori che, dinanzi a una crisi lancinante, dinanzi alla piaga del sisma, sono stati abbandonati. E non ricevono nemmeno gli aiuti economici che spettano loro di diritto perché la Regione non riesce da una parte a gestire adeguatamente il problema della selvaggina, in questo caso i cinghiali, che provoca continuamente danni alle coltivazioni e agli allevamenti, già duramente segnati dal terremoto, dall'altra non è capace nemmeno di supportare economicamente, con i rimborsi necessari, chi è alla canna del gas ma non vuole mollare. Noi di Forza Italia siamo vicini a Vitali e di certo questa vicenda non finirà qui. Presenterò un'interrogazione per capire come si possa essere arrivati a tanto, un atto doveroso per i lavoratori stremati, un atto necessario per capire perché la Regione non muove un dito dinanzi alla disperazione di chi non vuole mollare, anche se lasciato solo da chi (non) amministra.


da Jessica Marcozzi
Consigliere Capogruppo Forza Italia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2019 alle 14:00 sul giornale del 20 giugno 2019 - 538 letture

In questo articolo si parla di attualità, Forza italia San Benedetto del tronto, Fi Regione Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Lp





logoEV
logoEV