Sant'Elpidio a Mare, le contrade presentano Città Medioevo 2019

4' di lettura 15/06/2019 - Svelato ieri sera, venerdì 14 giugno, presso la sede della Magnifica Contrada Santa Maria, il tema di Città Medioevo 2019: La condanna degli amanti - Destini di amori proibiti.

Gli amori tormentati dell'Alto e Basso Medioevo. Sarà questo il tema di Città Medioevo 2019, che si svolgerà a Sant'Elpidio a Mare da giovedì 25 luglio a domenica 28 luglio. Saranno messe in scena le più belle storie d'amore medievali, alcune più celebri di altre, che da sempre toccano il cuore delle persone. Figura di spicco di questo tema sarà il menestrello, o cantastorie, che si troverà ad interagire con le scene raccontando, proprio come avveniva nel medioevo, le appassionate e tristi storie dei protagonisti. Alessandra Gramigna, Presidente dell'Ente Contesa, ci tiene a comunicare le due novità di quest'anno. Prima di tutto ci sarà una riorganizzazione del percorso, soprattutto per quanto concerne gli orari degli spettacoli, che saranno in orari precisi, così da non sovrapporsi tra di loro ed essere fruibili a quante più persone possibile. Non sarà ovviamente possibile coniugare tutti gli orari, vista la grande quantità di scene, tra principali e minori, che si snodano lungo il percorso e che sono un po' la caratteristica di Città Medioevo. Le scene principali saranno però in orari precisi, in Piazza e lungo il Corso. Saranno presenti anche quest'anno i mercanti medievali (Fare Medievale). Alle 21.30 ci sarà l'apertura della manifestazione con la Compagnia Liolà, che alle 22.30 cederanno il passo ai Musici del Marchesato di Santa Caterina, per concludere intorno alla mezzanotte con lo spettacolo della Compagnia de l'Ordallegri. La seconda novità riguarda la questione abbonamenti, molto discussa lo scorso anno. In questa edizione sarà possibile fare l'abbonamento, al costo di 15 euro, sia nella prima serata che nella seconda. I costo dell'entrata singola a Città Medioevo è di 7 euro, con riduzione per glu under 14 e under 18. Ogni Contrada rappresenterà delle coppie di amanti, raccontando le loro tragiche vicende. Nella zona della Nobile Contrada San Giovanni troveremo le storie di Abelardo ed Eloisa e di Mariotto e Ganozza, messe in scena dalla Compagnia Teatrale Libere Teatranti. La Contrada Cavaliera di Sant'Elpidio a Mare, insieme a Roberto Rossetti e la sua Compagnia, racconterà il tragico amore di Paolo e Francesca, ed ospiterà una delle spettacolazioni comuni proposta dalla Compagnia teatrale Progetto Creazione, con L'Orlando Furioso. Tra i suoi vicoli, in uno degli angoli più suggestivi della città, ci saranno gli Arcieri Storici della Contesa del Secchio. La Contrada San Martino racconterà le storie degli amori travagliati di Tristano ed Isotta e Carlo Magno e Desiderata, a cura del regista Gabriele Claretti. La Magnifica Contrada Santa Maria metterà in scena la storia di Lancillotto e Ginevra, in collaborazione con il Teatro del Lupo Innocente, e la formula collaudata dell'accesso a gruppi limitati di utenti nella zona dedicata alle spettacolazioni del tema. Le Delegazioni Foranee di Santa Croce e Marchesato di Santa Catarina saranno posizionate in zona ex carceri, e riproporranno l storia di Lotario e Imelda, il cui tragico amore (narra la leggenda) fu causa fondatrice dell'Abbazia di Santa Croce. Si occuperanno inoltre delle scene dedicate al carcere e alle torture e di una piccola locanda dedicata ai dolci e a stuzzicherie salate. Sotto la Torre Gerosolimitana ci sarà la Delegazione Foranea del Porto che ripropone la Lite delle Comari, antefatto che sta all'origine, nel 1401, della Contesa del Secchio. Ogni Contrada avrà la sua Taverna, che oltre ai piatti della tradizione avranno anche un menù vegetariano e uno a misura di bambino, per soddisfare ogni esigenza gastronomica. Ripristinato da quest'anno anche il Ciclo di conversazioni de Le Notti del Medioevo, intitolato Sotto Contrarie Stelle, visto il tema trattato da Città Medioevo. La prima serata di è svolta ieri sera, con la lezione spettacolo di Cesare Catà, che ha svelato e spiegato ad un pubblico incantato le storie d'amore e le loro tragiche vicissitudini. Il secondo incontro sarà venerdì 19 luglio, presso lo Slargo Berdini, con la Professoressa Elena Percivaldi, celebre storica e saggista, che tratterà il lato storico-saggistico di Città Medioevo. "Ci fa piacere ripristinare questo ciclo di serate - dichiara la Presidente Alessandra Gramigna - perchè rappresentano la parte più didattica e divulgativa della storia, a cui tutti noi teniamo moltissimo." Città Medioevo 2019 sarà quindi sotto il segno dell'amore, un sentimento dalle mille sfaccettature, tutto da scoprire, come questa edizione.


di Giuseppina Gazzella

redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 15-06-2019 alle 11:11 sul giornale del 17 giugno 2019 - 3232 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, giuseppina gazzella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8DH





logoEV