Calcio: Nuovo progetto estivo, società unite per il Fermana CityCamp

3' di lettura 27/05/2019 - Un nuovo progetto per il settore giovanile della Fermana, in fermento in queste settimane.

Non è solo l’attenzione rivolta alla prima squadra a impegnare i dirigenti gialloblu, ma anche il vivaio. Nasce, infatti, il Fermana CityCamp un nuovo progetto che non si limita ad essere un semplice campo scuola estivo, bensì una prima bozza del disegno più ampio, annunciato nei mesi scorsi dalla Fermana, che vorrebbe riunire altri vivaio cittadini sotto un unico settore giovanile.
Il Fermana CityCamp sarà organizzato in collaborazione con le società Tirassegno, Usa Santa Caterina e Futura 96, si svolgerà in due fasi: dall’1 al 6 luglio, dall’8 al 13 luglio nell’orario dalle 9 alle 13. Sarà disponibile il servizio di trasporto e l’attività sarà coordinata dagli istruttori della scuola calcio della Fermana e si svolgerà al Centro sportivo “Camping Spinnaker” di Marina Palmense nonché sul terreno di gioco dello stadio Bruno Recchioni per tutti i bambini e le bambine dai 5 ai 12 anni. Non solo calcio, ma anche attività in piscina.
Nel corso della presentazione di questa mattina, il presidente Simoni ha esordito definendo quella di oggi:
“Una bellissima giornata. Il mio è un ringraziamento nel segno dell'unione per questo progetto che vede al primo posto i giovani. Dobbiamo essere tutti insieme a collaborare per i ragazzi e a tal proposito mi piace citare le parole del patron Maurizio Vecchiola che nel corso di un convegno in una scuola ha affermato che si vince solo se si fa squadra”.
“Il camp dà inizio a quello che si può definire un cambiamento epocale – ha proseguito il Dg della Fermana Fabio Massimo Conti - perché nel concreto dà forma alla volontà di lavorare insieme. È un segnale forte e importante, colto in maniera positiva e costruttiva dalle società Futura, Tirassegno, USA Santa Caterina.
È un inizio ed è chiaro che chi vuole sedersi al tavolo insieme deve farlo sempre per costruire. Questo speriamo che possa essere anche un modo per portare più presenze allo stadio, più famiglie, insomma tutto va strutturato sul lungo periodo. E’ il frutto del lavoro di mesi che ha visto tante riunioni a cui anche il sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore allo sport Alberto Maria Scarfini hanno partecipato”.
Quest’ultimo ha voluto sottolineare come l’accordo sia visto di buon occhio dall’amministrazione perché: “Si tratta di un progetto che può produrre possibilità in più per i nostri ragazzi e va sfruttata la possibilità di migliorare lo sport cittadino”.
Entrando nel tecnico, il responsabile del settore giovanile Andrea Tubaldi ha spiegato: “Il Fermana CityCamp è punto di partenza importantissimo perché non presentiamo solo un Camp, col nome della Fermana.
C’è una grande collaborazione da parte delle società Futura, Tirassegno, USA Santa Caterina per intraprendere un percorso che ci vede uniti. Dispiace per chi si è tirato fuori. Noi andiamo avanti, convinti che la Fermana deve diventare il primo settore giovanile della città. Al primo posto ci sono i ragazzi, la loro crescita, un settore giovanile deve guardare a quello, deve avere attenzione al sociale, non pensare a numeri o ruoli personali. Su una cosa siamo tutti d'accordo: la crescita della Fermana deve passare dai nostri giovani. Sempre con l'Usa Santa Caterina organizzeremo il camp per i portieri”








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2019 alle 14:28 sul giornale del 28 maggio 2019 - 422 letture

In questo articolo si parla di sport, fermana calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7WS