Alle Cisterne Romane arriva la prima edizione del Concorso Internazionale di Liuteria

1' di lettura 24/05/2019 - Domani (sabato 25) il palco del Teatro dell’Aquila incoronerà il vincitore assoluto della XXVI edizione del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini”.

Una giornata di grande fermento quella che vede disputarsi due finali importanti, quelle delle categorie D e B.
Se forte è l’attesa per il verdetto finale, altrettanto viva è stata l’attesa per il taglio del nastro di oggi pomeriggio alle Piccole Cisterne Romane, quando alle ore 16.45 è stata inaugurata la prima edizione del Concorso Internazionale di Liuteria.
Giovedì, intanto, sono stati ufficializzati i primi classificati della categoria C.
Un podio che vede il primo posto vacante, non assegnato, opzione nelle facoltà della giuria, il secondo posto va invece a Karls Lorenz (Svezia-Austria), e il terzo a Schweighofer Valerie (Germania).
Il premio per la migliore esecuzione di Bach va invece a Wu Songao dalla Cina.
Fuori dalle mura dal teatro invece, presso la Scuola Nardi di Porto San Giorgio, i violinisti del Postacchini si sono esibiti al cospetto dei sempre festosi e attenti ragazzi della scuola media. Ad esibirsi per prima è stata la più piccola in gara di soli 8 anni Ekaterina Plekhanova, dalla Russia con lo Studio n170 di Joachim e lo studio n21 di Mazas.
Dopo di lei, dall’Ucraina Olha Rukavishnikova, di 20 anni con il capriccio n10 di Paganini e per finire due polacchi di 24 anni, Joanna Trazaska e Martyna Lukasik.
Un momento sempre molto apprezzato e di grande confronto che apre gli studenti delle scuole del territorio al mondo.






Questo è un articolo pubblicato il 24-05-2019 alle 18:25 sul giornale del 25 maggio 2019 - 368 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, fermo, liuteria, concorso internazionale, articolo, emanuela sabbatini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7Th





logoEV