Fermo: XXVI edizione del Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini"

10/05/2019 - Dal 18 al 25 maggio al Teatro dell’Aquila di Fermo. 136 concorrenti provenienti da 37 nazioni. Dal 24 al 26 maggio, presso le Piccole Cisterne Romane, il Primo Concorso Internazionale di Liuteria “Postacchini-Riccucci

Il Concorso Violinistico Internazionale “Andrea Postacchini” soffia sulle sue 26 candeline, celebrando anche quest’anno l’ormai storico legame con il mondo del violino e della musica classica, con una edizione di grande prestigio, ricca di novità e numeri importanti.
Dal 18 al 25 maggio, il Teatro dell’Aquila di Fermo farà da contenitore alla prestigiosa competizione, da tempo riconosciuta a livello mondiale, e organizzata, sin dalla sua nascita nel ’94, dall’Associazione Culturale Antiqua Marca Firmana. Quest’anno, il concorso, nato in onore del liutaio fermano soprannominato lo Stradivari delle Marche, ha chiamato a raccolta ben 136 concorrenti provenienti da 37 nazioni diverse.
A sostegno dell’Associazione Antiqua Marca Firmana, anche quest’anno la partecipazione del Comune di Fermo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Fermo, la presenza della Regione Marche e di tanti altri enti pubblici e privati. Un montepremi lordo di 30 mila euro suddiviso tra premi, premi speciali, borse di studio, premio al vincitore assoluto e prestigiosi concerti premio che, tra gli altri, annoverano anche la collaborazione con la FORM. A questo si aggiunge, come ogni anno, il grandissimo prestigio della giuria internazionale.
È il M° francese Silvia Marcovici a presiedere il team dei sette giurati per questa XXVI edizione. Nata in Romania e naturalizzata francese, è considerata una tra le più importanti violiniste del nostro tempo. Musicista poliedrica e appassionata, di grande presenza scenica, coordinerà i difficili lavori che, come ogni anno, spettano ai giurati.
Siederanno accanto a lei altri sei eminenti Maestri di livello internazionale: il M° coreano Hyuna Kim, il russo M° Georgy Levinov, il M° giapponese Muneko Otani, il M° austriaco Gerhard Schulz e i Maestri italiani Gabriele Pieranunzi e Roberto Ranaldi.
Novità di questa edizione è l’istituzione del 1° Concorso Internazionale di Liuteria “Postacchini - Riccucci” realizzato anch’esso dal Centro Culturale Antiqua Marca Firmana con la partecipazione del Comune di Fermo, del Comune di San Ginesio, del C. P. Club per l’UNESCO di Cremona e Enti Privati del fermano.
Il concorso si svolgerà presso le Piccole Cisterne Romane, dal 24 al 26 maggio, e avrà un duplice obiettivo: promuovere le genialità del territorio marchigiano e la cultura della musica classica e incentivare la costruzione di strumenti ad arco di fattura artigianale attraverso il confronto insito nella competizione tra liutai e strumenti presentati.
Tre le sezioni in gara, quella dei professionisti, quella dei non professionisti entrambe con la possibilità di concorrere nelle due sottocategorie degli strumenti moderni e degli strumenti antichizzati, e quella relativa ai gruppi di strumenti (violino, viola, violoncello e contrabbasso).
Entrando nel vivo della competizione violinistica invece, nota curiosa di questa XXVI edizione è la presenza di ben 7 situazioni di parentela (fratelli e cugini) vigenti tra i concorrenti che raggiungeranno Fermo per contendersi sul palcoscenico il verdetto della giuria. In questa maratona di otto giorni che dalle 9 del mattino e sino a sera vedrà esibirsi sul palcoscenico del Teatro dell’Aquila i vari musicisti in competizione, non mancherà poi un ventaglio di altri appuntamenti. Dagli incontri con le scuole di Fermo e Porto San Giorgio durante i quali i giovani violinisti potranno regalare pillole musicali della loro arte agli studenti, alla mostra di liuteria allestita nel foyer del Teatro dell’Aquila dall’Academia Cremonensis, cui si aggiungono, da donazione privata, le “Preziosità dell’epoca di Andrea Postacchini”.
La competizione si concluderà poi sabato 25 al Teatro dell’Aquila, quando si alterneranno sul palco in una splendida serata di musica presentata dalla pianista e presentatrice Lucia Santini, i vincitori delle quattro categorie in concorso. La serata sarà in streaming mondiale grazie alla collaborazione con la web radio Stazione 41.
Ad introdurre la serata conclusiva, poi, l’arte coreutica degli allievi della Scuola di Danza Nasco di Porto San Giorgio. Anche quest’anno la manifestazione si fregia di importanti riconoscimenti: patrocini da quelli dei Ministeri degli Affari Esteri e dei Beni e Attività Culturali, a quelli della Commissione Nazionale per l’UNESCO, della Camera di Commercio delle Marche e altri ancora.


Da Concorso violinistico "Andrea Postacchini"







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2019 alle 22:45 sul giornale del 11 maggio 2019 - 1655 letture

In questo articolo si parla di cultura, Concorso violinistico Andrea Postacchini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7l0