Servigliano: Smartmarca un' app per promuovere a livello planetario la bellezza dei nostri luoghi

2' di lettura 04/05/2019 - Sono 14 miliardi il giro d’affari nella filiera del turismo ed è indispensabile utilizzare al meglio le nuove tecnologie per farsi conoscere ed apprezzare

Promuovere, far conoscere e valorizzare il patrimonio d'interesse artistico sono state le parole d'ordine che hanno animato il gruppo di lavoro costituito da Marca Fermana, Università Politecnica delle Marche, Ubisive e Sushi adv.
Esperienze professionali diverse tra loro ma unite in un progetto decisamente utile per il territorio.
Le risultanze del progetto che aveva lo scopo di realizzare un'applicazione per sfruttare al meglio tutte le potenzialità del patrimonio culturale locale sono state presentate presso il chiostro di Santa Maria del Piano a Servigliano dove sono intervenuti, tra gli altri, il Rettore dell'Università UNIVPM Sauro Longhi ed il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli.
A Fare gli onori di casa il Sindaco di Servigliano Marco Rotoni.
“Le Marche – ha esordito il Rettore Longhi – sono di una bellezza straordinaria e dobbiamo imparare a valorizzarle.
I territori, spazi confinanti tra loro, devono riconoscersi come parte del mondo ed aprirsi; la chiusura in se stessi, nella realtà attuale non porta a nulla. Dobbiamo sforzarci di mettere insieme il meglio della nostra regione in un momento di forte cambiamento dove stiamo pensando a nuovi modelli di sviluppo.”
Alle parole del Rettore sono seguite quelle del Presidente della Regione Luca Ceriscioli che nel suo intervento ha voluto evidenziare come le Marche siano leader nel Biologico.
“L’acqua dei nostri mari – ha precisato - è di anno in anno sempre migliore e vantiamo anche il primato dei mezzi ad alta percentuale di biocompatibilità; è necessario fare una buona informazione e far apprezzare la qualità del nostro territorio.”
All’ intervento del Rettore che si è anche soffermato sull’importanza della fibra e della sua distribuzione capillare sul territorio, è seguito quello del Presidente Regionale che ha focalizzato l’attenzione dei presenti sull’impatto occupazionale che può avere un ulteriore sviluppo del turismo.
Sono stati poi illustrati i risultati del lavoro concretizzatosi nella realizzazione dell'app "smartmarca”.
Un'applicazione, si è detto, per far interagire e creare sinergie fra quanti direttamente e indirettamente si occupano di turismo, cultura ed arte.
Un lavoro decisamente importante che, attraverso la digitalizzazione del patrimonio culturale e l'utilizzo di innovativi sistemi di comunicazione, contribuirà senz'altro a far conoscere ad una platea più ampia quanto di interessante ma meno noto c'è di bello nelle nostre zone.
Un'idea sviluppata per il territorio che consentirà anche alle piccole e medie imprese coinvolte nella filiera del turismo di avere a disposizione contenuti virtuali da proporre al mercato per attrarre il turista che avrà molti elementi di conoscenza in più su luoghi di interesse culturale periferici ma non per questo meno interessanti e piacevoli da scoprire.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2019 alle 00:06 sul giornale del 06 maggio 2019 - 1064 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo, lorenzo bracalente, Longhi, cerescioli, marca fermana

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a66E





logoEV
logoEV