"La favola del Chirocefalo"

11/04/2019 - Una storia scritta dal fotografo Giorgio Tassi per raccontare la bellezza dei Sibillini attraverso le avventure del piccolo crostaceo che vive nel lago di Pilato

“Ho sempre desiderato scrivere una storia sul Lago di Pilato e sul suo illustre abitante, il Chirocefalo del Marchesoni, ed ora finalmente ci sono riuscito. «Kiro e il lago della Sibilla» vuol essere un invito, rivolto ai bambini ma anche ai grandi, affinché si capisca l’importanza di questo straordinario sito naturale che da millenni caratterizza le nostre montagne, e dell’impegno che tutti noi dobbiamo mettere per far si che questa ricchezza non corra il rischio di venir frantumata”.
Giorgio Tassi, fotografo di natura e grande appassionato di montagna, sceglie la favola per innescare una riflessione sul futuro di uno dei luoghi più belli dei Sibillini, il lago di Pilato appunto, ammantato anch’esso, come la grotta della Sibilla, di un’aura di magia e mistero.
Il lago da tempo è soggetto a studi ed analisi che evidenziano il rischio dei cambiamenti climatici in atto con le conseguenze che ciò potrebbe comportare proprio per l’esistenza del Chirocefalo, questo piccolissimo crostaceo di color rosso ed appena un centimetro di lunghezza, scoperto nel 1954 da Vittorio Marchesoni, direttore all’epoca dell’Istituto di Botanica dell’Università di Camerino.
“Mi ha sempre affascinato questo animaletto, sin da piccolo, e mi sono immaginato un viaggio fantastico che unisse culture e tradizioni diverse, quella orientale e quella occidentale. Il pretesto in effetti è che il Chirocefalo presente nel lago di Pilato potrebbe costituire una forma relitta di una specie ancestrale di origine orientale”.
E così, dopo il manuale di volo “Io, aquila” e la pubblicazione fotografica “Io sono stato qui. Sibillini immaginari”, Tassi torna a regalarci emozioni narrative nobilitando un altro protagonista del territorio dei Monti Sibillini, quel Chirocefalo che, insieme a tanti altri animali e specie floreali, rappresenta un baluardo per la biodiversità ed un monito affinché l’uomo persegua un comportamento rispettoso dell’ambiente.
Il libro, accompagnato dalle illustrazioni di Cristina Lanotte, verrà presentato venerdì pomeriggio alle ore 18 presso la Biblioteca Ragazzi in Piazza del Popolo a Fermo. Interverranno l’autore, l’illustratrice e l’editore Carlo Pagliacci.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2019 alle 14:23 sul giornale del 12 aprile 2019 - 710 letture

In questo articolo si parla di attualità, fermo, Zefiro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a6o4