Il Movimento Animalista del Fermano dà voce al connubio tra il mondo della disabilità e il mondo a 4 zampe

12/03/2019 - È iniziato il countdown per la manifestazione che si terrà sabato 16 Marzo alle ore 10 presso la fattoria Montepacini dedicata ai “Cani amici della solidarietà” .

Oggi la presentazione ufficiale di questa iniziativa che ha l’obiettivo, come ha spiegato il presidente del Movimento Animalista del Fermano, Luciano Romanella , di informare ed avvicinare le persone al mondo degli animali, aggiungendo che questo evento si è potuto realizzare con la partecipazione dei Servizi Sociali, infatti l’assessore Mirco Giampieri ha mostrato una forte sensibilità ed interesse per questa tematica.
La dottoressa Mercanti Barbara psicologa psicoterapeuta , responsabile della Comunicazione del Movimento e operatore Pet Therapy, ha esplicitato quale fosse la finalità di questa iniziativa: sensibilizzare la cittadinanza a vedere il cane come un supporto e una risorsa per le persona con disabilità sia motoria, sia cognitiva sia emotivo- comportamentale, come nel caso del disturbo dello spettro autistico.
Per questa occasione è stato invitato Andrea Zenobi, presidente dell’associazione “Il mio Labrador” di Pollenza, educatore cinofilo specializzato nell’addestramento di cani per assistenza e allerta diabete. La mission di questa associazione è quella di migliorare la qualità di vita delle persone con disabilità, infatti vengono addestrati principalmente Labrador Retriever che diventano poi delle guide speciali per le persone con disagio fisico o psichico o per l’allerta diabete.
Fiorella Traini, responsabile dell’U.O. dei Servizi per disabili , sottolinea come nel rapporto che si instaura con l’animale ci sia uno scambio continuo tra il dare e ricevere, perché il pet riceve cura e assistenza, ma nello stesso tempo diventa un facilitatore delle relazione e un donatore costante di affetto e amore di cui il bambino o l’adulto ha bisogno e di cui poi non può fare a meno. Il coordinatore della Cooss, Marche Giuseppe Marconi, ribadisce quanto sia lieto di ospitare questa iniziativa, perché all’interno del Centro Socio Educativo Montepacini ci sono dei laboratori in cui i ragazzi sono quotidianamente occupati e una fattoria che richiede da parte degli ospiti una cura costante degli animali.
A questa giornata, grazie al coinvolgimento della stessa Cooss Marche, parteciperanno anche altri centri socio-educativi del territorio fermano.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2019 alle 16:53 sul giornale del 13 marzo 2019 - 412 letture

In questo articolo si parla di psicologia, animali, attualità, servizi sociali, montepacini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5eO