Amandola: partito il progetto Visioni Sibilline

2' di lettura 08/03/2019 - Da inizio 2019 dei giovani in collaborazione con altri giovani, stanno portando avanti un bellissimo esperimento. Di cosa si tratta?

Il progetto Visioni Sibilline - Il documentario come mezzo di congiunzione tra i giovani e il territorio dopo il terremoto ha lo scopo di realizzare un film documentario che vuole interrogarsi sulle conseguenze del terremoto nell’area del parco Nazionale dei Monti sibillini. Gli studenti dell’Istituto Omnicomprensivo di Amandola da gennaio a giugno avranno la possibilità di scoprire il mondo della produzione cinematografica e attraverso essa scoprire il proprio territorio e restituirci il loro punto di vista.
Il progetto coinvolge diversi gradi di scolarizzazione: la quinta elementare si occuperà della realizzazione di un video di animazione, la terza media realizzerà delle fotografie che confluiranno in una mostra fotografica e delle riprese video, mentre un gruppo interclasse della scuola superiore porterà avanti le riprese del documentario intervistando gli abitanti e condividendone storie ed esperienze. Il tema del progetto è il rapporto tra il territorio e i suoi abitanti e di come questo sia cambiato dopo il terremoto del 2016.

Alla realizzazione del progetto “Visioni Sibilline”, vinto con bando interministeriale (Progetto Cinema per la Scuola- Visioni Fuori Luogo- MIUR-MIBACT) dall’Istituto Omnicomprensivo di Amandola, contribuiscono l’Associazione “La Fenice”, il comune di Amandola, l’Associazione “Ca.Cu.Am”, la Protezione Civile della Regione Marche, l’Ombudsman delle Marche e gli esperti Valentina Lupi, Marco Montenovi, Alice Marinelli, Mara Parisi e Alessio Trerotoli.

A tracciare un bilancio provvisorio, ci pensa Valentina Lupi:

“Per il momento si sono conclusi i laboratori con la quinta elementare, dove gli studenti hanno realizzato dei video in stop motion che andranno a costituire i titoli di testa e di coda. Inoltre è a metà percorso anche il laboratorio con la terza media; i ragazzi hanno realizzato delle fotografie che saranno esposte in una mostra e il prossimo mese inizieranno le riprese video, mentre il percorso con le classi superiori deve ancora iniziare. Nel mese di gennaio si sono tenuti anche degli incontri introduttivi di didattica del cinema rivolti ai docenti e agli studenti. Contemporaneamente la protezione civile della Regione Marche, partner del progetto,ha organizzato dei seminari sul post-sisma con le classi prima, seconda e terza elementare di Amandola."
Si attendono ampi e suggestivi sviluppi e noi ve ne daremo conto.


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 08-03-2019 alle 10:49 sul giornale del 09 marzo 2019 - 1445 letture

In questo articolo si parla di attualità, amandola, territorio, progetti, sisma, articolo, Visioni d'autore e piace a squazo87

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a45E





logoEV
logoEV