Itc Amandola: apre l'alberghiero una grande opportunità per tutto il territorio montano!

2' di lettura 05/03/2019 - Tratto l'argomento con una riflessione personale che voglio fare in quanto cittadino amante del proprio territorio.

Lo scorso gennaio è arrivata la conferma definitiva dell'apertura per il prossimo anno scolastico, del polo alberghiero all'interno dell'IIS Omnicomprensivo di Amandola che ospita già l'ITE. Il comune ha organizzato la sala da pranzo e la reception e sta predisponendo i locali della cucina. Sono appena terminate le iscrizioni per questa nuova esaltante opportunità e tutto fa sperare che il nuovo ciclo abbia inizio. Ma perchè è importante?
Come ricordava il vice- presidente della provincia di Fermo Pompozzi, questa novità è fondamentale per il territorio montano; infatti permette a ragazzi di tre province ( eh si avete capito bene, tre!), di poter investire in primis su sé stessi e in secundis sul proprio territorio. Il tutto senza fare kilometri e kilometri ogni santa mattina. Già perché Amandola è baricentrica rispetto alle provincie di Fermo, Ascoli Piceno e Macerata. In 23 km (quelli che distanziano Comunanza da Sarnano) il bacino d'utenza si allarga e si compone di ragazzi che possono usufruire di questa bella prospettiva. L'alternativa per chi vive nei Sibillini e vuole iniziare un percorso in questo settore? Porto Sant'Elpidio, Ascoli , Cingoli e San Benedetto del Tronto. Non proprio una comodità. Ma ora si può cambiare e si deve farlo cogliendo la palla al balzo, perché non sono opportunità che capitano tutti i giorni. Quindi se si vuole davvero aiutare il territorio dopo quei giorni dannati di Agosto e Ottobre 2016, se lo si vuole davvero far rialzare non solo spendendo tante parole, è arrivato il momento di aprire il cuore e ascoltare i nostri ragazzi. Le sirene dell'odierno mondo super veloce e globalizzato sono un richiamo estremo e fuorviante, per chi esce dalle scuole medie e vede i centri costiere e non, più grandi, come un'attrazione ma.. dobbiamo resistere, perché questi luoghi così magici che tutti e davvero tutti, ci invidiano, non sono eternamente a nostra disposizione. Valorizzare un territorio vuol dire anche formare persone con le giuste competenze che non vadano poi via ma che investano la propria persona e il proprio genius loci, dove si sentono a “casa”. Con l'alberghiero le istituzioni hanno fatto uno sforzo, hanno teso finalmente una mano; ora sta a chi ci vive far si che questa mano non venga ritratta, ma magari si estenda con l'altra fino ad arrivare ad un abbraccio collettivo di cui abbiamo un gran bisogno.
Riflettete insieme ai vostri ragazzi, voi abitanti di Amandola, Comunanza, Sarnano, Montefortino, Santa Vittoria, Montefalcone, Montemonaco, Smerillo ecc...e non lasciatevi sfuggire questo treno.


di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 05-03-2019 alle 09:31 sul giornale del 06 marzo 2019 - 1031 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, alberghiero, amandola, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4VE