Montegranaro: Dacia Maraini aprirà la rassegna Matria

2' di lettura 11/02/2019 - Giovedì 14 Febbraio, alle 21:15, il Teatro La Perla di Montegranaro, ospiterà una grandissima interprete del Mondo Contemporaneo, Dacia Maraini. L' ingresso è gratuito e per maggiori informazioni si può contattare il 338 4162283.

La scrittrice sarà ospite d'eccezione per l' apertura di Matria, rassegna promossa dalla Commissione Regionale per le Pari Opportunità e presenterà il suo ultimo libro "Il Corpo Felice".

Matria sarà una rassegna dedicata all'universo femminile; un viaggio a 360 gradi in cui si cercherà di approfondire una tematica così ampia grazie agli spunti offerti dalla narrativa, filosofia, storia e antropologia.

Dacia Maraini, autrice di narrativa, poesia, teatro e saggistica è un' interprete attenta e profonda della condizione femminile; sviscera scrupolosamente la società odierna, costellata da contraddizioni e falsi miti sul concetto di libertà delle Donne.

Nei suoi testi, ha saputo cogliere e raccontare la complessità del tessuto sociale in cui, le sue figure femminili vivono, donandoci uno spaccato di vita potente e realistico.

La sua esistenza è stata ricca di eventi che nè hanno delineato la forza e la determinazione nel mantenere viva una sorta di dialogo con l'universo femminile.

Figlia dello scrittore Fosco Maraini e della pittrice Topazia Alliata, si trasferì in Giappone dal 1938 al 1947, anni carichi di sofferenze indelebili.

Dal 1943 al 1946 la famiglia Maraini venne internata in un campo di concentramento per non aver accettato di riconoscere ufficialmente il governo militare giapponese; soltanto grazie all'arrivo dell'esercito americano, la famiglia fu rilasciata e poté rientrare in Italia, inizialmente a Bagheria e poi a Roma.

Qui proseguì i suoi studi fondando una rivista letteraria "Tempo e Letteratura" e iniziò a collaborare con altre riviste tra le quali "Nuovi Argomenti" e il "Mondo".

Nel 1962 esordì come scrittrice con il romanzo "La Vacanza" e iniziò ad occuparsi di teatro dapprima fondando il "Teatro del Porcospino", in cui venivano rappresentate solo novità italiane e poi scrivendo molti testi teatrali.

La sua lunga storia con Alberto Moravia è stata spesso al centro dell'attenzione mediatica.

Dacia Maraini è una voce autorevole, che crede nei diritti conquistati dalle donne e interpreta la realtà circostante con grande fermezza.






Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2019 alle 05:00 sul giornale del 12 febbraio 2019 - 1609 letture

In questo articolo si parla di cultura, dacia maraini, articolo, Barbara Palombi, montrgranaro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a4ac





logoEV
logoEV