Campofilone: a teatro di scena "GOAL 1986" con Stefano Tosoni

1' di lettura 30/01/2019 - Un viaggio divertente, poetico, appassionante, un monologo di Stefano Tosoni che usa il calcio per raccontare uno spaccato della provincia con le musiche composte ed eseguite dal cantautore Lucio Matricardi

Viene portato in scena il calcio giocato a tredici anni dove negli anni '80 uno spazio qualsiasi era sufficiente per dare quattro calci ad un pallone.
Un viaggio divertente, quello raccontato da Stefano Tosoni che usa il calcio come pretesto, per parlare di cuore, passione, amicizia, debolezze, coraggio e magia.
Non la cronistoria di imprese dei grandi campioni ma un calcio primitivo, sporco, vero, puro: quello giocato per strada o nel cortile dell'oratorio della chiesa.
E' il racconto dei campionati giovanili, con personaggi che con il loro modo di essere hanno fatto la storia di quei tempi.
In scena, dunque le figure di Mister "profeta" e dei suoi ragazzini, di genitori buffi, iperprotettivi, a volte violenti, di dirigenti strampalati e di tifosi improponibili, di vecchietti reduci di guerra, di scapoli e don giovanni del paese.
Uno spaccato di provincia che ha sempre qualche storia da raccontare in grado di affascinarci, divertirci e commuoverci.
Un viaggio narrato a due voci: quella di Stefano Tosoni e quella strumentale di Lucio Matricardi; due menestrelli moderni che a modo loro ci raccontano i nostri tempi sabato 2 febbraio alle 21.15 presso il teatro comunale di Campofilone.


di Lorenzo Bracalente
lorenzo.bracalente@gmail.com
 







Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2019 alle 08:46 sul giornale del 31 gennaio 2019 - 774 letture

In questo articolo si parla di teatro, calcio, spettacoli, provincia, racconto, articolo, lorenzo bracalente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3LH





logoEV
logoEV