Monte Urano, la Croce Azzurra consegna gli ultimi due defibrillatori

1' di lettura 14/01/2019 - Sabato 12 gennaio, la Croce Azzura di Sant'Elpidio a Mare e Monte Urano ha consegnato gli ultimi due defibrillatori del progetto "Un cuore che batte", per la scuola e la chiesa di Monte Urano.

Un progetto indispensabile, con cui la Croce Azzurra di Sant'Elpidio a Mare e Monte Urano, ha dimostrato, una volta di più, la sua attenzione e vicinanza nei confronti della popolazione. Si tratta del progetto "Un cuore che batte", che ha permesso di installare sei defibrillatori in alcuni punti strategici dei due paese. Gli ultimi due sono stati consegnati sabato scorso a Monte Urano. Uno è stato posizionato all'ingresso della scuola primaria Don Milani, e servirà sia la primaria che le medie, situate nello stesso complesso; l'altro è stato consegnato a Don Luigi Mancini ed installato nella chiesa di San Michele. Sono stati gli stessi militi, insieme al Presidente Robin Basso, a provvedere all'installazione dei due apparecchi, che possono fare davvero la differenza in situazioni di emergenza, dove ogni minuto è prezioso. Sono dei dispositivi semplici ed intuitivi, muniti di guida vocale che assiste l'operatore in ogni fase. La speranza è che l'utilizzo dei defibrillatori non sia mai necessario, ma di certo è una sicurezza in più per tutti i cittadini.


di Giuseppina Gazzella
redazione@viverefermo.it





Questo è un articolo pubblicato il 14-01-2019 alle 12:19 sul giornale del 15 gennaio 2019 - 912 letture

In questo articolo si parla di attualità, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a3fE