Francavilla d'Ete: Al teatro Marconi ci sarà il grande Pippo Franco con lo spettacolo "Non ci resta che ridere"

2' di lettura 07/01/2019 - Un viaggio tragicomico affrontato con l’ironia sottile, acuta ed intelligente che contraddistingue da sempre il grande comico romano.

Pippo è da solo sul palco, per un’analisi spietata, ma sempre in chiave ironica, di come si è trasformato il mondo. Abbattere gli schemi, distruggere gli aspetti artificiali della psiche nei quali l’uomo è rimasto intrappolato: questo è l’unico modo, secondo Pippo di ristabilire un equilibrio interiore e una logica, citando anche Freud:
«L’uomo sta vivendo un disagio spaventoso, con tutte le atrocità che accadono e che prima erano inimmaginabili. Nel mio spettacolo racconto e metto in confronto la realtà che si viveva ieri con quella di oggi, soffermandomi molto sull’oggi. I pericoli da affrontare sono infiniti, in un mondo che sta andando verso una direzione imprevedibile.
Oggi nessuno si guarda più dentro, o finge di non vedersi per non affrontare prima di tutto sé stesso. E’ prigioniero di un mondo che guarda al mercato, all’economia, dove nessun governo si preoccupa più del benessere delle persone. E’ per questo che ci vuole tanta ironia per sopravvivere!».
Non ci resta che ridere è uno show che fa divertire, ma allo stesso tempo pensare, si tratta di una commedia brillante che vuole raccontare l'aspetto paradossale del nostro tempo, investito dalla crisi (economica e di valori): un'analisi spietata, ma sempre in chiave ironica, di come si è trasformato il mondo.
"Metto in scena la crisi, ma soprattutto come si reagisce alla crisi attraverso una visione della vita che è diversa da quella che ci vogliono far credere", ha dichiarato Franco, conduttore di numerose trasmissione televisive di successo, cantante e attore. Pippo Franco porta in scena la sua esperienza e il suo carisma, interrogandosi su che fine hanno fatto gli uomini al giorno d’oggi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-01-2019 alle 21:35 sul giornale del 08 gennaio 2019 - 1102 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, comune

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a25z