P.S. Elpidio: Presentato ufficialmente "Città e Futuro - per la Provincia di Fermo"

03/12/2018 - "Città e Futuro - per la Provincia di Fermo" si presenta nel panorama politico territoriale con “un altro modo di fare politica".

Si tratta di un gruppo di persone che si mette in gioco, giocando la partita del rinnovamento per davvero, con una apertura reale nei confronti della società civile, di temi e pratiche largamente diffuse nelle comunità ma ben poco agite dalla politica di professione, proposta dall’attuale amministrazione locale e non solo.
Il nuovo movimento politico nasce per portare avanti con la forza del radicamento territoriale il progetto iniziato lo scorso anno da un gruppo di giovani tra cui Paolo Pistilli e Andrea Mataloni, coordinati a livello locale da Lorenzo Pezzola. Sulla scia del successo ottenuto alle ultime elezioni amministrative di Porto Sant'Elpidio dove il gruppo civico era schierato con la coalizione di centrodestra si è pensato di allargare il movimento coinvolgendo tutti i comuni del fermano.
Il coordinatore provinciale Moreno Bellesi che è presidente del Cosif (Consorzio di Sviluppo Industriale del Fermano) ha illustrato nella conferenza di presentazione alcuni dei capisaldi del nuovo movimento.
"Questo è un progetto serio. Abbiamo messo nero su bianco valori, idee e regole che ci accomunano; lo STATUTO. Il progetto di cambiamento è lì! Scritto e sottoscritto da tutti e dovrà essere rispettato da quelli che attivamente vorranno partecipare. Si ispira alla Costituzione della Repubblica, ai principi di democrazia, di solidarietà, di uguaglianza, di libertà, di lealtà, del rispetto reciproco, della trasparenza, della cristianità, ovviamente della famiglia, della casa e della sua difesa che consideriamo un diritto inviolabile, della sicurezza, del lavoro, il LAVORO, l’IMPRESA, dell’iniziativa individuale, della gestione partecipata della cosa pubblica. Parliamo anche di pari opportunità, di ascolto, di condivisione, di ambiente, di promozione del dibattito politico-culturale. La promozione di qualsiasi attività politica ma anche ricreativa e sociale, ha l’obiettivo di stimolare la partecipazione attiva dei cittadini alla vita culturale ed amministrativa del territorio e dello Stato. Come possiamo non riaffermare il concetto di primato della politica, che riparte dall’impegno, dalla conoscenza, dal senso civico, dall’approfondimento e che ha come fine assoluto il conseguimento dell'interesse generale, del bene comune."
"Qualcuno si chiederà - prosegue Bellesi - da che parte stiamo, seguendo i vecchi schemi destra sinistra per intenderci; mi sembra evidente che questi schemi appartengano al novecento, che è passato da un pezzo. Noi vogliamo semplicemente guardare avanti, e collaborare con chi condivide i temi citati, senza preclusione alcuna. Ad onor del vero, le cosiddette “ali” dello schema politico, oggi, sono in estrema difficoltà, hanno un ruolo marginale, hanno un consenso minoritario, proprio perché non hanno saputo rinnovarsi, parlare alle nuove generazioni, in modi nuovi e con linguaggi nuovi; non lo sanno fare, o non hanno voluto farlo. Hanno preferito arroccarsi in ideologie stantie che non interpretano più i nuovi bisogni dei cittadini, nel mondo moderno."
"Cercheremo di essere concreti, poche chiacchiere e molti fatti, siamo fatti così. Quando dico siamo, mi riferisco a molti amici e conoscenti che hanno già aderito al nostro movimento, che compongono il gruppo dirigente. Possiamo dire di poter rappresentare tutto il territorio, da Montefortino ad Amandola a Servigliano, a Montegiorgio, a Monte Vidon Corrado, Fermo naturalmente, ma anche Porto San Giorgio, P.S.Elpidio, Pedaso e Altidona , e torniamo a Montelparo e Smerillo, ma anche Grottazzolina e Monte Giberto, ed aspettiamo altre conferme. Pensiamo di avere almeno un rappresentante in ogni comune nel giro di 12-16 settimane, certamente saremo rappresentati in tutti i comuni dove si rinnovano i consigli comunali nel 2019, questo è il primo obiettivo.
Parallelamente colloquieremo con altre esperienze civiche delle altre Province delle Marche, l’altro obiettivo è quello di essere presenti in forze alle elezioni per il rinnovo del consiglio regionale delle Marche del 2020 con una nostra lista che rappresenti la civicità."


di Keti Iualè
redazione@viverefermo.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2018 alle 14:23 sul giornale del 04 dicembre 2018 - 1041 letture

In questo articolo si parla di politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a12Y