S.Elpidio a Mare: Nuove proposte per l’attività del Cag I Belong del Capoluogo

2' di lettura 28/11/2018 - Un programma che partirà a ridosso delle festività natalizie e che saranno poi proposte alla riapertura del centro dopo la pausa di Natale.

Tra le proposte in cantiere c’è un laboratorio di Origami, l’antica arte giapponese di ottenere figure varie piegando più volte e in modo diverso un foglio di carta. Il laboratorio prevede attività manuali con una persona qualificata in possesso di certificazione per la costruzione di tali figure.
La finalità è quella di aggregare l'utenza e poter dare nozioni ed informazioni di base sulla costruzione di figure e al tempo stesso addobbare il salone centrale del centro, adattando tale decoro allo stile natalizio. E poi largo alla musica con il laboratorio music recording e l’organizzazione di un evento natalizio. Per tale laboratorio verrà utilizzata la strumentazione già in possesso del Cag e sarà messa a disposizione di un operatore specializzato nel recording, mixing e mastering di tracce audio.
Il laboratorio intende dare un impulso ai ragazzi per approcciarsi in modo amatoriale alla musica e alla registrazione, dotando il centro di un servizio aggiuntivo per gli stessi ragazzi. Inoltre si ha intenzione di organizzare un evento finale in occasione del Natale in via di definizione.
“I ragazzi del Cag hanno partecipato anche gli anni scorsi alle iniziative per il Natale. Questo non può che rallegrarci, segno di come anche i nostri giovani abbiano voglia di essere parte attiva della comunità – aggiunge il Sindaco, Alessio Terrenzi – e sono certo che, anche grazie alle varie proposte laboratoriali in programma, avranno tante occasioni di divertimento e di mettere a frutto in modo produttivo il loro tempo libero”. Fino al mese di febbraio saranno proposti, inoltre, due corsi dedicati alla musica, uno di tastiera ed uno di basso elettrico. Molto particolare, infine, il laboratorio di fotografia analogica (Rayografia).
L'obiettivo primario del corso è la conoscenza delle tecniche di base della fotografia analogica. I ragazzi verranno guidati nella realizzazione di “fotografie off-camera” – ottenute in camera oscura senza l’uso della fotocamera, ma per impressione diretta sulla carta sensibile dell’impronta. Un corso particolare, originale, e anche se attualmente resta difficoltoso avvicinarsi a questo tipo di fotografia si è ritenuto istruttivo per i ragazzi capire il processo artigianale che si nasconde dietro la realizzazione dell'immagine.
“Mi auguro che i nostri ragazzi e le nostre ragazze vogliano cogliere l’occasione di vivere le esperienze che saranno proposte nel nostro Cag – dice l’Assessore alle Politiche Giovanili Stefano Berdini – Nei prossimi giorni saranno diffusi i calendari dettagliati dei vari corsi con gli orari delle lezioni in modo che si possano organizzare al meglio”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2018 alle 16:15 sul giornale del 29 novembre 2018 - 310 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1RZ





logoEV
logoEV