S.Elpidio a Mare: La replica del Sindaco Terrenzi a Forza Italia

3' di lettura 23/11/2018 - Un attacco immotivato ed inopportuno mentre più che opportune sarebbero le scuse di Forza Italia nei confronti del Prefetto e al Maggiore Stefano Tofoni, comandante dalla Polizia Locale, che stanno lavorando in sinergia sul fronte sicurezza pubblica e in seno ad uno specifico tavolo che coinvolge tutte le forze dell’ordine.

Così il Sindaco, Alessio Terrenzi, replica all’attacco di Forza Italia sul fronte della vigilanza nel territorio “…un attacco che non colpisce tanto questa Amministrazione Comunale quanto coloro che sono in prima linea sul fronte della sicurezza pubblica”.
Nel merito il Sindaco ricorda che “….il piano di sicurezza applicato nel territorio e di cui fanno parte anche gli impianti di videosorveglianza è il frutto di un lavoro di squadra ampio e condiviso. Un lavoro che ha portato a degli indubbi risultati se è vero, come è vero, che l’indice di delittuosità rilevato nel nostro territorio è più basso rispetto a quello di comuni vicini come Montegranaro, Fermo, Porto Sant’Elpidio e Porto San Giorgio.
Parlano di vuoto totale dicendo il falso: lo stesso consigliere Greci si è confrontato con Tofoni di recente ed ha avuto tutte le informazioni del caso. Stiamo lavorando seguendo gli indirizzi che sono stati dati in consiglio con tutti gli accorgimenti necessari nell’individuazione delle procedure da seguire. Siamo in contatto con i referenti del controllo del vicinato, Tofoni è già andato in Prefettura per mettere sul tavolo di lavoro la questione e si è accordato con il Vicario del Prefetto De Martino per seguire una precisa procedura. Attaccare me, in merito alla sicurezza, vuol dire denigrare tutto il lavoro fatto dall’intero tavolo visto che non sono scelte che faccio individualmente ma sono condivise con tutti gli attori che poi sono, a ben guardare, coloro che intervengono sul territorio.
Quelle che FI sminuisce definendo stile grande fratello, cioè la videosorveglianza, è uno strumento dimostratosi più volte utile tanto che di recente ho inviato alle forze dell’ordine le immagini catturate nel nostro territorio, utili ai fini di indagini in corso. Sarà anche grazie alle telecamere che il nostro indice di delittuosità è più basso degli altri? Va anche detto che entro il 31 dicembre di telecamere ne saranno installate altre 16”.
Il Sindaco interviene anche in merito al controllo del vicinato. “Abbiamo assunto un impegno e lo stiamo portando avanti non certo in modo approssimativo ma seguendo le dovute procedure – aggiunge – e va precisato che i gruppi spontanei di controllo del vicinato che nascono a livello cittadino non hanno alcun valore se non si coordinano con le forze dell’ordine perché è vero che i cittadini sono gli occhi puntati sul territorio ma poi chi è legittimato ad intervenire non sono certo loro. Servono regole ben precise, un percorso condiviso che è quello che stiamo facendo, anche se Forza Italia non se ne accorge o fa finta di non accorgersene”
. “Sono certo – conclude il Sindaco – che come è stato fatto a suo tempo nei suoi confronti, il capogruppo di FI sarà pronto a scusarsi nei confronti del Prefetto e di Tofoni. A me le sue scuse non servono”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2018 alle 22:28 sul giornale del 24 novembre 2018 - 339 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1I1





logoEV
logoEV