Vivere le Storie: Carlo Macchini, il ginnasta di Fermo

5' di lettura 18/11/2018 - Torniamo nel capoluogo di provincia e lo facciamo per apprezzare un giovane nato nel 1996, che si sta facendo valere in tutto il mondo.

Chi sei? Presentati in 5 parole.

Ciao a tutti sono Carlo, vivo a Fermo e ho 22 anni. Mi piacciono le emozioni forti ed adrenaliniche e nella mia vita non mancano le sfide per cercare di arrivare sempre più in alto!! Carlo in 5 parole? UNO CHE NON MOLLA MAI”.

Come ti sei avvicinato alle arti ginniche e quando?
“Fin da quando avevo 4 anni faccio ginnastica artistica, all’inizio era un gioco, poi andando avanti è diventata un momento importante oltre la vita scolastica e piano piano è diventata sempre più il centro della mia vita! Diciamo che l’appetito è venuto mangiando… Infatti sono stato portato in palestra a 4 anni, sia per sviluppare le doti motorie e coordinative ma soprattutto perché a casa ero paragonabile ad un terremoto. In sostanza l’intento dei miei era quello di farmi tornare a casa più stanco possibile e da lì è partito il mio sogno. (Ride mentre lo racconta ) “

Chi ti ha spinto a continuare e come hai capito che questo era quello che volevi fare nella vita?

“Sono stato molto fortunato perché fin da piccolino mi è sempre piaciuto quello che facevo e siccome sono stato educato dalla mia famiglia a tirare fuori il massimo da tutto ciò che faccio, da sempre ho curato ogni minimo dettaglio e sono entrato in un tunnel da cui non sono più uscito! Molte volte mi sono posto la fatidica domanda: “Ma ne vale la pena? e altrettante volte mi sono risposto: “Assolutamente Sì!!”. Oltre alla voglia di andare avanti, ho sempre trovato persone che mi vogliono bene e che mi hanno aiutato a continuare anche nei momenti peggiori!”

Quali sono stati e sono tutt'ora le difficoltà?

Come ogni atleta ho riscontrato diverse difficoltà durante il mio cammino. A partire da quando ero più piccolo e i miei compagni di scuola uscivano mentre io passavo i pomeriggi in palestra. lo stesso poi quando la sera dovevo tornare prima a casa rispetto a loro perché poi avevo allenamento la mattina dopo o semplicemente perché ero sfinito avendo dato tutto in palestra. Un’altra grossa rinuncia è quella legata al cibo: da sempre la “digerisco” male ma si deve fare. Durante la crescita in particolare, ho seguito diete ferree e sono stato molto attento. Ed infine, non meno importanti, ci sono tutti i dolori che mi accompagnano ormai da tempo immemorabile e che sto quasi iniziando ad apprezzare, perché per me il dolore si può considerare amico, in quanto ti fa sentire vivo!”

E le cose oggi nel 2018 come ti stanno andando?

Diciamo che in questo momento me la sto cavando abbastanza bene! Sono appena tornato dal Campionato del Mondo svoltosi in Qatar, e con la Squadra Nazionale (che vorrei salutare) abbiamo riportato a casa un ottimo risultato (contro ogni aspettativa).”

E il tuo rapporto con la gente ora che in tanti ti conoscono e apprezzano, com'è?


“Solitamente mi piace avere dei rapporti cordiali con le persone e infatti mi impegno ad avere sempre un viso sorridente! Sono molto grato a tutte le persone che fin da bambino mi hanno seguito e aiutato a crescere…perché senza di loro gran parte di quello che c’è ora non ci sarebbe!”


E le tue passioni oltre allo sport?

“Oltre alla ginnastica le mie passioni più grandi sono la velocità, il senso di libertà e la spensieratezza. Tutte e tre le possiamo sintetizzare in una sola: la Moto. Un piccolo esempio? Quando sono in gruppo o anche da solo e magari passeggio per strada o mi trovo all'aria aperto, appena sento il rombo di un motore, la mia faccia diventa subito sorridente. Sono un po' fissato vero?

Buona fortuna Carlo per la tua passione e porta alto l'onore del territorio in giro per il mondo.




di Marco Squarcia
redazione@viverefermo.it







Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2018 alle 11:13 sul giornale del 19 novembre 2018 - 1775 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, mondiali, fermo, ginnastica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1vy