Il Liceo "Annibal Caro" incontra Laurene Powell Jobs

2' di lettura 15/11/2018 - Il liceo “Annibal Caro” di Fermo ha incontrato a Firenze la vedova di Steve Jobs nell’ambito del progetto ‘Il Quotidiano in Classe’

Si rinnova l’impegno del liceo “Annibal Caro” di Fermo ad ampliare l’offerta didattica, accostando alla valorizzazione della tradizione e della cultura classica l’apertura al mondo del lavoro e all’innovazione. Nell’ambito del progetto ‘Il Quotidiano in Classe’ alcuni alunni delle classi terze e quarte dei tre indirizzi del Liceo (Classico, Scienze Umane, Economico-Sociale) hanno incontrato Laurene Powell Jobs, vedova del fondatore della Apple, nonché curatrice e responsabile di progetti legati al mondo dell’istruzione, primo fra tutti la Fondazione Emerson, con cui si intende ripensare la scuola pubblica statunitense da un punto di vista della formazione.
L’incontro si è svolto al teatro Odeon di Firenze, gremito di studenti provenienti da tutta Italia, tra i quali 54 alunni del liceo fermano, accompagnati dagli insegnanti Margherita Acciarri, Massimo Cupelli , Marina D’Aprile e Andrea Gentili.
Dopo l’introduzione di Andrea Ceccherini, Presidente dell’Osservatorio Giovani-Editori, l’ente che cura il progetto ‘Quotidiano in Classe’, ha preso la parola l’imprenditrice statunitense, stimolata dalle domande della giornalista di Sky Tg 24 Maria Latella. I temi toccati sono stati diversi: il rapporto tra scuola e tecnologia, l’importanza dell’interdisciplinarità, l’immigrazione, la relazione tra paura e politica. Gli studenti hanno rivolto alla signora Powell domande sulle fake news, sull’uso della tecnologia a scuola e sulla filantropia.
L’ospite americana ha risposto palesando un sincero apprezzamento dell’originalità dei quesiti posti. La conclusione della conversazione ha puntato l’attenzione sull’importanza dello spirito critico nella lettura delle notizie per orientarsi in un mare di informazioni sempre più inquinato da pressioni politiche e superficialità.
Gli studenti fermani hanno molto apprezzato la possibilità di assistere ad un evento di respiro internazionale. Un’alunna ha dichiarato: “E’ incredibile come la Powell sia riuscita a proporre idee complesse e così innovative con parole semplici”.
Un altro alunno ha puntato l’attenzione sul tema dell’educazione: “Credo che oggi abbiamo imparato che la tecnologia può essere una valida risorsa anche per la didattica, se usata con intelligenza e senza abusi”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-11-2018 alle 22:51 sul giornale del 16 novembre 2018 - 541 letture

In questo articolo si parla di cultura, fermo, Liceo Classico "A.Caro"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a1q8





logoEV
logoEV