Blas Roca Rey sarà Van Gogh al Festival di Belmonte Piceno

3' di lettura 02/11/2018 - Evento di prestigio lunedì 5 novembre. Il popolare attore sul palco con il maestro Tristaino

Si apre il sipario sulla terza edizione del festival BaT (“Belmonte ama il Teatro”), organizzato dal Comune di Belmonte Piceno e dall’associazione culturale Progetto Musical con il sostegno della Camera di Commercio e del conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo.
Lunedì 5 novembre toccherà a Blas Roca Rey, tra gli attori più applauditi del cinema italiano e delle fiction, inaugurare il ricco cartellone di eventi che si snoderà attraverso otto appuntamenti programmati fino al prossimo aprile. Blas Roca Rey sarà protagonista dello spettacolo dal titolo “Vincent van Gogh, le lettere a Theo” e sul palco sarà accompagnato dal flauto del maestro Luciano Tristaino.
Una curiosità. La prevendita degli abbonamenti viaggia a ritmi da record: il teatro di Belmonte Piceno è dotato di 98 poltroncine; ebbene, dopo una settimana di prevendita sono stati già venduti 47 abbonamenti, segno tangibile che l’offerta culturale proposta dal direttore artistico Manu Latini ha trovato il massimo riscontro del pubblico. Un anno fa vennero staccate 59 tessere, quindi ci sono tutte le premesse per superare questa soglia. L’abbonamento costa 50 euro (30 euro per i ridotti). Info: 339.3706029.
Lo spettacolo è stato già presentato nei maggiori teatri italiani. “Un mondo fantastico, tenero e disperato affiora dalle tante lettere che Vincent scrisse all’adorato fratello Theo, gallerista, che si occupò di lui tutta la vita – spiega Blas Roca Rey, presentando lo spettacolo proposto a Belmonte Piceno –.
Un’energia vitale pazzesca, quasi indomabile. La consapevolezza, a volte straziante, di essere diverso dagli altri. In tutto. Nel vivere, nei rapporti umani ma soprattutto nell’arte. L’uso dei colori, faticosamente raggiunto in anni e anni di studi e schizzi. La volontà, testarda, ostinata, di reinventare la realtà, di ridarcela attraverso la lente fantastica dei suoi occhi. Il non rassegnarsi alla totale indifferenza del mondo verso i suoi quadri, il ripartire mille e mille volte ancora verso un futuro che sperava, prima o poi, si sarebbe accorto di lui. Nonostante la miseria, gli stenti, la mancanza di cibo. E infine, la sua lenta ed inesorabile discesa verso la pazzia, che lo trascinò negli ultimi anni in piccoli manicomi di paese dove, spesso volontariamente, si rifugiava. Una vita. Un artista.
I suoi meravigliosi fuochi d’artificio che, piano piano, lo arsero vivo”. Blas Roca Rey, diplomato all’Accademia nazionale d’Arte drammatica ‘Silvio D’Amico’ di Roma, è impegnato stabilmente in teatro, cinema e televisione. In teatro ha lavorato in spettacoli scritti o diretti da Maurizio Scaparro, Pino Quartullo, Duccio Camerini, Angelo Longoni. Ha girato fiction con Luca Manfredi, Lino Banfi, Gigi Proietti, partecipando a varie Serie tv. Al cinema è stato diretto da Francesco Maselli, Ettore Scola, Gabriele Muccino e Pupi Avati. Luciano Tristaino, formatosi con Mario Ancillotti, Paul Meisen e Rien de Reede, svolge attività in tutto il mondo come solista e in formazioni cameristiche.
Il suo interesse per la musica contemporanea ha spinto molti compositori a scrivere e dedicargli i propri brani. E’ titolare della cattedra di flauto presso l’Issm “Franci” di Siena.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-11-2018 alle 11:53 sul giornale del 03 novembre 2018 - 438 letture

In questo articolo si parla di musica, teatro, spettacoli, eventi, Belmonte Piceno, Comune di Belmonte Piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZZ8





logoEV
logoEV