Contest fotografico Tu.ris.Marche

08/10/2018 - Per la valorizzazione post-sisma dei borghi nel cratere che vede tra i partner Regione Marche e Associazione dei Borghi più belli d’Italia della Provincia di Fermo.

Promuovere un'immagine coordinata del Fermano in grado di evocare l'idea di Territorio di qualità con sue specifiche peculiarità; favorire la crescita dell'attrattività del territorio e dell'ambiente rurale del Fermano, quale articolazione locale del prodotto-destinazione, attraverso una adeguata promozione anche mediante canali web/social internazionali; creare un’immagine solida del territorio fermano, come valida destinazione per un vacanza di tipo esperienziale contraddistinta da tipicità e qualità del vivere; reperire materiale fotografico di alta qualità da poter utilizzare per la promozione “on-line” delle destinazioni post-sisma di cui dovrà essere rilasciata liberatoria all’utilizzo da parte della Camera di Commercio; sensibilizzare fotografi professionisti ed amatoriali a “catturare” scorci o immagini emozionali di vita quotidiana all’interno di borghi particolarmente svantaggiati a causa degli eventi sismici.
E’ la proposta di “Tu.ris. Marche” fondata nel 2014 da Andrea Marsili, Danilo Federici e Francesco Marinucci (oggi sono undici i giovani professionisti attivi nel progetto) che in quattro anni ha ricevuto moltissimi riconoscimenti, tanto che i progetti presentati finora alle Istituzioni sono stati dichiarati tutti di grande interesse e quindi ammissibili, compreso il contest fotografico per la valorizzazione post-sisma dei borghi nel cratere che vede tra i partner Regione Marche e Associazione dei Borghi più belli d’Italia della Provincia di Fermo.
“Il territorio interessato in via prioritaria al Contest è quello della fascia collinare del Fermano, fino all’area montana dei Sibillini. Territorio caratterizzato da un paesaggio a forte vocazione rurale, borghi medioevali, da un patrimonio culturale diffuso e da ambienti di vita tradizionali in cui sono ancora coltivati antichi valori della civiltà contadina”, hanno affermato i fondatori. Progetto valutato di grande interesse dalla Camera di Commercio, che ha sposato l’idea dei giovani e la sostenuta, incoraggiandoli ad andare avanti con i loro progetti e le loro proposte “Capaci a valorizzare un territorio che merita una vetrina di ampio spessore internazionale”, ha detto il presidente Graziano Di Battista.
“Tale proposta nasce con l’intento di valorizzare quelle destinazioni turistiche culturali meno frequentate - si legge in una nota di Tu.ris.Marche - quindi quei paesi di piccole dimensioni, caratterizzati però, da un ampio patrimonio storico culturale, che rappresentano mete ideali per forme di turismo lento e sostenibile. Molte tra queste destinazioni vivono ancora una situazione di disagio sociale ed economico legato prevalentemente agli eventi sismici degli anni passati. Vogliamo trasmettere all’esterno del nostro territorio, attraverso scatti “emozionali”, la forte attrattività dei borghi all’interno del cratere, paesi che tutt’ora hanno moltissimo da offrire a turisti e visitatori, in termini paesaggistici, culturali, artistici ed enogastronomici, quindi restano delle valide mete per le quali vale la pena di intraprendere un viaggio”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2018 alle 22:28 sul giornale del 09 ottobre 2018 - 317 letture

In questo articolo si parla di attualità, Camera Commercio Fermo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aZbn





logoEV
logoEV