La vita secondo Otto puntata 14 "Quattro personaggi in cerca di..."

07/10/2018 - Rubrica tenuta da tal Otto Von Fuestenberg, signorotto dal sangue blu nato con due forti valori: quello della riservatezza e quello della saggezza. Nella sua quotidianità osserva il piccolo mondo intorno a lui, cogliendo i lati comici degli umani paradossi

Quella mattina una grande balena era seduta sul divano di casa del Signor Otto. Beveva the mate e fumava narghilé, il mondo lo vedeva attraverso il suo monocolo con catena e disquisiva col Signor Otto di trattative internazionali sul tema emergenza idrica ed elettrica nel nuovo millennio.
Citofonarono due soggetti, un camaleonte albino ex legionario in Africa, con alle spalle una complicata storia di spionaggio nel traffico illecito di armi e diamanti, e un coccodrillo amazzone immischiato in una rete di boicottaggio di borse in pelle di una marca nota a livello mondiale, non propriamente create seguendo i corretti canoni di lavorazione e le corrette misure sindacali per i lavoratori.
Ognuno portò in tavola un argomento per migliorare la vita sul pianeta, ognuno veniva da esperienze d'inchiesta, tutti sapevano bene di cosa potevano parlare. Anche Otto d'altra parte aveva un passato da cacciatore di bracconieri di oranghi nel territorio del Borneo.
Negli anni si erano costruiti una rete di contatti di importanza tale da poter apportare dei cambiamenti duraturi nel mondo.
Balena aveva preso accordi con l'ente mondiale di tutela ambientale per una legge sulla riduzione dell'inquinamento industriale;
Camaleonte con l'ONU, la quale aveva promesso una tregua sullo sfruttamento minerario e nuove regole di organizzazione civile e politica nell'africa nera;
Coccodrillo aveva l'appoggio della missione di Fashion Revolution per tutelare sia l'industria della moda sostenibile che i lavoratori.
Nell'aria soffusa del salotto del Signor Otto si stavano decidendo i giusti miglioramenti per il pianeta. A un passo dall'approvazione finale le cose cambiarono. In tv un notiziario informava della vincita alle elezioni di un nuovo capo di governo, colui che né Camaleonte, né Balena, né Coccodrillo e tantomeno il Signor Otto avrebbero mai accreditato come plausibile vincitore. Vespa.
Vespa divora tutto ciò che è vivo o che soffre ad essere divorato, depone le uova in altre bestie ancora vive che poi vengono mangiate dall'interno; punge tutti e tutto con gran gusto, odia tutti, anche le api che invece sono amiche. In più è miseramente ignorante del sapere letterario, scientifico e pragmaticamente finanziario.
Con Vespa al potere nessuno dei piani di Balena, di Camaleonte, di Coccodrillo e tantomeno del Signor Otto potevano essere vagliati. Era troppo potente e prepotente.
Balena, Camaleonte, Coccodrillo persero i loro appoggi politici e se ne tornarono a combattere le loro battaglie in solitudine. Il Signor Otto li salutò, tornò alla sua macchina da scrivere per combattere a suo modo la propria battaglia ideologica e culturale.
E mentre tutti erano dimagriti di povertà Vespa era ingrassato di ricchezze rubate.
"Quando i cittadini di High Wycombe, in Inghilterra, eleggono un nuovo sindaco, tutti i consiglieri comunali, in omaggio a una vecchia tradizione, vengono pesati in pubblico.
Quelli che pesano meno, o non più, di quando assunsero la carica sono calorosamente applauditi: non si sono ingrassati a spese della cittadinanza." Reader's Digest, maggio 1965

Otto Von Fuestenberg







Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2018 alle 21:59 sul giornale del 08 ottobre 2018 - 352 letture

In questo articolo si parla di cultura, articolo, viverefermo, marina mannucci, la vita secondo otto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aY9T

Leggi gli altri articoli della rubrica La vita secondo Otto