Grande successo per il film marchigiano" LA BANDA GROSSI"

2' di lettura 28/09/2018 - Sta riscuotendo un grande consenso il film “ La Banda Grossi”, uscito nei cinema il 20 Settembre. Basato sulla vita di Federico Grossi e la sua banda di briganti, narra la storia, realmente accaduta, nel territorio marchigiano, nel 1860.

La particolarità di questa pellicola, sta nel modo in cui è stato realizzato: con una raccolta fondi sul Web, tramite la piattaforma di crowdfunding; soltanto in un mese ha, infatti, ricavato, oltre 72.000 euro, diventando il film italiano più famoso nella storia di questa piattaforma.
E' stato girato, tra Pesaro e Urbino, in location molto suggestive tra le quali, Petriano, Cagli, Fermignano, Verucchio, Urbania e la Riserva Naturale Statale Gola del Furlo.
Hanno partecipato, oltre 200 attori, impegnati in 60 giorni di riprese, tra Marzo ed Aprile.
La pellicola è stata prodotta da Cinestudio di Fermignano e co-finanziata dal Ministero per i beni culturali Mibac, la raccolta fondi è stata determinante per integrare il budget di produzione del film.
Numerose le recensioni positive in cui, viene definito, a tutti gli effetti “un western italiano”, accompagnato da musiche in linea con la trama, che ricordano “le melodie del grande Sergio Leone” e inoltre, “lo scenario offerto dai paesaggi delle Marche, danno valore aggiunto alla pellicola, che, grazie a questo film, riesce ad esprimere tutta la sua bellezza”. (cit. Eco del Cinema.)
Nel programma televisivo di Gigi Marzullo, Il cinematografo, viene descritto come un film “da vedere”, “raccontato come se fosse una ballata di Vinicio Capossela”.
Un cast giovane e promettente, diretto dal regista Claudio Ripalti, che sa portare in scena una storia basata sulla libertà e il coraggio, un grande risultato per la regione Marche. Per conoscere tutte le sale cinematografiche in cui verrà trasmesso, basta collegarsi al sito di Cinestudio.
Un film di cui, sentiremo parlare ancora a lungo.






Questo è un articolo pubblicato il 28-09-2018 alle 12:08 sul giornale del 29 settembre 2018 - 1270 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, articolo, Barbara Palombi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aYQa





logoEV
logoEV